Chi sono i veri lupi?

Lupo e zootecnia. Una convivenza possibile?
Avatar utente
davide79
Utente Attivo
Messaggi: 155
Iscritto il: 09 mar 2009, 21:39
Località: varese
Re: Chi sono i veri lupi?

Messaggio da davide79 » 02 giu 2011, 21:45

Già questo credo che sia quello che di meglio si possa fare per mitigare il confitto, sicuramente di non facile realizzazione sul piano organizzativo ma sarebbe veramente l'ideale. Penso a come potrebbe cambiare l'impatto in tutte quelle realtà alpine appena colonizzate dal lupo o dove ci arriverà nell'arco di qualche anno se si ruscisse a far adottare sistemi di protezione a livello preventivo. Forse convincere gli allevatori prima che si presenti il problema è un'utopia ma sarebbe veramente una gran cosa.

Avatar utente
Luciano
Consigliere Canislupus Italia
Messaggi: 2670
Iscritto il: 23 set 2010, 06:08
Re: Chi sono i veri lupi?

Messaggio da Luciano » 02 giu 2011, 21:51

Mi associo ai complimenti per la discussione, .... coinvolgente e interessante.
L'esaustività e competenza con cui sono stati trattati molti temi, ... non lascia molto spazio ad altre considerazioni.
Mi piace però citare un pezzo dell'ultimo messaggio di Bea ......
poggioallorso ha scritto: ...... per quanto riguarda le predazioni e la loro prevenzione, forse un approccio capillare alle aziende sul territorio, magari sperimentale... una task force di volontari che porti informazione, formazione ed anche input etici ed ecologici, che tenga contatti e proponga soluzioni di prevenzione e recupero, che sia punto di riferimento e segua e supporti teoricamente il percorso dell'azienda stessa.... forse sarebbe un modo per sensibilizzare e monitorare... ed anche per portare benefici sia al pastore che al lupo...
bea
... perchè è la chiave di lettura che consente di capire come a volte ci si sorprenda ( e quindi si critichi o si chiedano spiegazioni) della gestione di fondi pubblici finalizzati prevalentemente proprio alla prevenzione del conflitto lupo-zootecnia, ... come ampiamente riportato nella descrizione del progetto LIFE WOLFNET:
Il progetto, finanziato dall’Unione Europea nell’ambito del LIFE+ 2008, ha come obiettivo principale la riduzione dei fattori di rischio per il lupo, lo sviluppo e l’implementazione di modelli ideali per la protezione e gestione della specie nel contesto appenninico, il miglioramento dello stato di conservazione della specie che permetta di mantenere popolazioni stabili e vitali. Inoltre, importante obiettivo del progetto è quello di esportare un modello di gestione sostenibile a lungo termine e rimodulato sulle caratteristiche ecologiche e socio-economico locali, esteso altre aree protette o territori non protetti della rete APE (Appennino Parco d’Europa).
Le principali minacce legate alla tutela e conservazione della specie nei territori interessati sono: l’incremento del conflitto ai danni del lupo (come conseguenza di inappropriati sistemi normativi di indennizzo del danno) e ostilità nei sui confronti da parte degli allevatori e delle comunità locali; mortalità illegale (bracconaggio e mortalità illegali sono un fenomeno ancora attuale nell’area del progetto); persistenza di rischi o sviluppo di nuove criticità sanitarie per il lupo (in particolare la presenza di popolazioni canine vaganti rappresentano, tramite interazioni dirette o indirette, fonte di rischio sanitario); disturbo antropico diretto o indiretto al lupo nei siti e nei periodi riproduttivi e durante le diverse fasi del ciclo biologico.
Di questi fondi (della loro previsione di utilizzo ... e del loro utilizzo effettivo), purtroppo si sa decisamente poco.

Ciaoo

Avatar utente
Luciano
Consigliere Canislupus Italia
Messaggi: 2670
Iscritto il: 23 set 2010, 06:08
Re: Chi sono i veri lupi?

Messaggio da Luciano » 02 giu 2011, 21:58

Scusate , .... ho dimenticato l'elenco delle azioni previste dal progetto:
Attraverso la realizzazione di una serie di azioni concrete il progetto mira a:

1.ridurre il conflitto lupo-bestiame attraverso la uniformazione, il coordinamento e l’attuazione del sistema di valutazione “danno- indennizzo- prevenzione- mitigazione” basato sulle specifiche realtà ambientali
2.combattere il fenomeno della mortalità illegale
3.ridurre i rischi sanitari che possono influenzare negativamente le popolazione di lupo;
4.ridurre al minimo l'impatto delle attività umane che possono causare disturbo alla riproduzione e sopravvivenza della specie
5.creare un Network Istituzionale per l'unificazione delle procedure decisionali sulla gestione del lupo al fine di realizzare misure di conservazione del lupo condivise dai membri di APE (Appennino Parco d'Europa)
Come vedete al punto 1 (che ho sottolineato) ... si parla proprio di quanto emerso in questa discussione; ma io onestamente non so se siano state effettivamente intraprese azioni di qualsiasi tipo a riguardo ... nell'ambito di questo progetto ... nelle "mie" zone.

Ciaoo

Avatar utente
poggioallorso
Utente Senior
Messaggi: 735
Iscritto il: 16 set 2010, 10:51
Località: appennini tosco-emiliani
Re: Chi sono i veri lupi?

Messaggio da poggioallorso » 03 giu 2011, 05:52

i primi punti riportati da luciano potrebbero veramente essere affrontati e sostenuti attraverso il contatto diretto con le aziende, basterebbero due o tre volontari, dovutamente preparati, che investano qualche ora della propria settimana nel visitare le aziende di un territorio magari inizialmente circoscritto e critico. essi potrebbero stilare delle schede con tutti i dati utili, fare campagna informativa e formativa, preventiva e di sensibilizzazione, mantenendo i contatti con l'azienda così da poter fare una "storia" degli eventi e costituire un database. fare approcci capillari, soprattutto in aziende che non ancora hanno subito attacchi, potrebbe essere una buona strategia preventiva, invece di intervenire quando il lupo ha già colpito, quando il danno è già concretizzato e il pastore ancor piu' nemico del selvatico...
e sarebbe un monitoraggio prezioso del territorio.

e visto che arrampicarsi sugli alberi per istallare vt non mi si confà proprio, se un giorno sarete disposti a formare anche la mia testa dura, io sarò a vostra disposizione come volontaria in ambito preventivo.... ;)
bea
Bea

Avatar utente
blacksheep77
Nuovo Utente
Messaggi: 13
Iscritto il: 22 ott 2008, 18:26
Località: cumiana
Contatta:
Re: Chi sono i veri lupi?

Messaggio da blacksheep77 » 06 ago 2011, 08:29

buongiorno a tutti, ho avuto modo di confrontarmi con alcuni amici del forum la scorsa estate e nuovamente alcune settimane fa nel corso del campo nel Parco dell'Orsiera Rocciavrè qui in Piemonte. ho letto con interesse l'intervento di Bea che apre questo topic e ciò che scrive è assolutamente vero.
...ma quando l'azienda ce l'hai da anni e ti trovi ad avere a che fare con il predatore in condizioni di vita e di lavoro sempre più difficili da sostenere per te e per i tuoi animali, davvero il lupo diventa il problema numero uno. certo, se si risolvessero prima tutti gli altri, allora potresti iniziare un discorso sul tema "tentate la convivenza". ma allo stato attuale, specialmente in certe condizioni d'alpeggio sulle alpi (parlo del piemonte, la mia regione) convivere non si può proprio.
per capirne di più e per ragionarci insieme, vi rimando a quanto ho scritto oggi sul mio blog http://pascolovagante.splinder.com/post ... re-al-lupo

per chi non mi conosce, non sono solo una "teorica". conosco decine e decine di pastori, ma in particolar modo condivido fatiche, sofferenze e disperazione di uno di essi. il mio sogno è quello di poter non soltanto vivere, ma anche lavorare con lui. solo che lui adesso, dopo l'ultimo attacco a tre delle sue pecore preferite, vuole davvero smettere. ha 39 anni, fa il pastore si potrebbe dire da sempre. ieri sera ha rischiato la vita per far rientrare tutti i suoi animali nel recinto, sotto la pioggia, nella nebbia fitta. si è fatto male ad una caviglia, per il dolore non ha cenato e non ha dormito. stamattina c'è di nuovo la nebbia, si prevedono giorni di maltempo, adesso sta aprendo il recinto e, in qualche modo, andrà al pascolo. io lo raggiungerò stasera con tutti i viveri che riuscirò a far stare nello zaino. certo, non ci fosse il maltempo, sarebbe più facile tentare di convivere con il lupo, ma la montagna, l'alpeggio, è fatto di belle e di brutte giornate...

Avatar utente
hycanus
Utente Master
Messaggi: 7056
Iscritto il: 23 set 2008, 01:55
Re: Chi sono i veri lupi?

Messaggio da hycanus » 06 ago 2011, 09:06

blacksheep77 ha scritto: ...ma quando l'azienda ce l'hai da anni e ti trovi ad avere a che fare con il predatore in condizioni di vita e di lavoro sempre più difficili da sostenere per te e per i tuoi animali, davvero il lupo diventa il problema numero uno. certo, se si risolvessero prima tutti gli altri, allora potresti iniziare un discorso sul tema "tentate la convivenza". ma allo stato attuale, specialmente in certe condizioni d'alpeggio sulle alpi (parlo del piemonte, la mia regione) convivere non si può proprio.
Ciao blacksheep77, cerco di immedesimarmi nei problemi reali dei pastori che hanno i pascoli in quota nella zona in questione, e trovo realmente difficile non condividere le loro preoccupazioni ed i loro stati d' animo. Probabilmente, se fossi uno di loro invocherei l' abbattimento dei lupi perchè sembra, in quel contesto l' unica soluzione possibile immediata. Tuttavia mi domando...siamo sicuri che un provvedimento del genere risolva immediatamente tutti i problemi della pastorizia d' alpeggio? Con quali criteri dovrebbero essere abbattuti i lupi? Quali difficoltà e quali costi potrebbe comportare questa estrema soluzione? Personalmente credo che servirebbe a ben poco, se non a scatenare un putiferio che non giova sicuramente ai poveri pastori, che si ritroverebbero comunque con le pecore predate nonostante il piombo. E allora, per essere concreti, potrebbero esserci i presupposti per soluzioni alternative, oppure la via degli abbattimenti è per te l' unica alternativa possibile?
Sento questa mia vita che sfugge, ma che non sfugge, perché è parte della stessa vita di quegli alberi. Una cosa bellissima, il disfarsi nella vita del cosmo ed essere parte di tutto. (Tiziano Terzani)

Avatar utente
poggioallorso
Utente Senior
Messaggi: 735
Iscritto il: 16 set 2010, 10:51
Località: appennini tosco-emiliani
Re: Chi sono i veri lupi?

Messaggio da poggioallorso » 06 ago 2011, 09:51

ciao blacksheep77. avevo già seguito ed apprezzato il tuo blog tempo fa.. . sicuramente tu sei testimone di una delle realtà più dure per la pastorizia italiana.personalmente non credo però che estinguere una specie sia una cosa positiva, e questo mai. sono invece d'accordo con te nel sostenere di più e in modo davvero concreto la pastorizia. se il denaro che costerebbe abbattere i lupi venisse ai pastori forse questi si sentirebbero finalmente davvero meno soli... si, perchè quello che ho sentito io parlando con loro è sempre stata la solitudine, una sorta di sentimento d'abbandono da parte di tutti, istituzioni e cittadini... cittadini ormai troppo lontani dalla realtà, che si nutrono di agnelli senza avere la minima idea di cosa voglia dire produrli, che esigono la caciotta e non sanno minimamente il percorso che essa fa per essere lì sul banco, in vendita... un'estraneità questa che porta a non comprendere e tanto meno sostenere certe necessità urgenti della pastorizia odierna (parlo degli allevatori minori..). per quanto riguarda le istituzioni, non mi voglio ripetere...
una domanda però ti faccio: sul blog scrivi che alcuni pastori "non denunciano le aggressioni perchè sono contrari ai rimborsi". puoi spiegarmi meglio per cortesia?
bea
Bea

Avatar utente
blacksheep77
Nuovo Utente
Messaggi: 13
Iscritto il: 22 ott 2008, 18:26
Località: cumiana
Contatta:
Re: Chi sono i veri lupi?

Messaggio da blacksheep77 » 06 ago 2011, 10:14

poggioallorso ha scritto:una domanda però ti faccio: sul blog scrivi che alcuni pastori "non denunciano le aggressioni perchè sono contrari ai rimborsi". puoi spiegarmi meglio per cortesia?
bea
esatto, proprio così. ci sono pastori che non denunciano gli attacchi perchè la procedura è "complessa", altri invece che non vogliono quella che ritengono "un'elemosina".
mi spiego meglio: se sei da solo in un alpeggio isolato dove non c'è copertura telefonica, devi scendere fin dove prende il telefono, chiamare i veterinari e magari tornare in basso per aspettare quando loro arrivano e poi accompagnarli in loco. mentre fai tutto quello, chi bada alle pecore? le lasci libere e soggette a nuovi attacchi? le lasci chiuse nelle reti? questo è un caso.
altri invece ritengono ingiusta la tecnica dei rimborsi, dicono che loro non sono lì a dar da mangiare ai lupi, quindi si oppongono al meccanismo degli aiuti, affermando che loro chiedono solo di essere "liberati" dai predatori e non di essere indenninzzati per (parte) dei disagi.
sono punti di vista...

Avatar utente
blacksheep77
Nuovo Utente
Messaggi: 13
Iscritto il: 22 ott 2008, 18:26
Località: cumiana
Contatta:
Re: Chi sono i veri lupi?

Messaggio da blacksheep77 » 06 ago 2011, 10:22

hycanus ha scritto:Tuttavia mi domando...siamo sicuri che un provvedimento del genere risolva immediatamente tutti i problemi della pastorizia d' alpeggio? Con quali criteri dovrebbero essere abbattuti i lupi? Quali difficoltà e quali costi potrebbe comportare questa estrema soluzione?
come scrivo nel blog, forse quella non è LA soluzione. Forse è un palliativo, specialmente a livello emotivo per gli allevatori.
Un criterio potrebbe essere quello di intervenire nelle zone più problematiche, ben sapendo però che il predatore si sposta e va a colonizzare le aree dove trova cibo e dove si sente più sicuro, quindi sarebbe un ciclo senza fine.
Costi... se leggi nel blog, enumero i costi che sopportano in parte i pastori, in parte gli Enti pubblici per tentare la "convivenza" con il lupo. Sono considerevoli, senza contare quanto ogni pastore spende a livello fisico ed emotivo.
Se lo Stato, gli Enti pubblici intervenissero in modo massiccio sulle problematiche dell'allevamento e di quello montano in primis, allora forse non ci sarebbe più da parlare di abbattimenti. ma quali costi ha il risanamento del comparto della pastorizia? tanto più oggi, in questi giorni di crisi?
Mi domando anch'io come si potrà agire, sono pienamente consapevole che parlare di abbattimenti è un conto, farli è un altro. Sono preoccupata, seriamente preoccupata. Ma una delle mie paure e che si parli soltanto, che si facciano mille polemiche e strumentalizzazioni, mentre i pastori sono là, giorno e notte, ad affrontare tutti i vari problemi, lupo compreso

Avatar utente
hycanus
Utente Master
Messaggi: 7056
Iscritto il: 23 set 2008, 01:55
Re: Chi sono i veri lupi?

Messaggio da hycanus » 06 ago 2011, 12:23

Grazie blacksheep77, veramente capisco i tuoi problemi e mi auguro di cuore che possa essere trovata una soluzione ragionevole.
Ti faccio una domanda da profano...i cani da guardiana non garantiscono una efficace protezione delle greggi? Sembrerebbe che nel contesto alpino, la loro presenza sia il miglior deterrente per scoraggiare o quantomeno ridurre le predazioni sugli ovini. Ma a quanto pare è come se non ci fossero...allora, la mia domanda...i pastori utilizzano i cani? Oppure, ne utilizzano in numero adeguato?
Mi auguro di non aver fatto delle domande stupide :roll:
Sento questa mia vita che sfugge, ma che non sfugge, perché è parte della stessa vita di quegli alberi. Una cosa bellissima, il disfarsi nella vita del cosmo ed essere parte di tutto. (Tiziano Terzani)


Rispondi

Torna a “Conflitto lupo - attività economiche”