[2018] Parco Nazionale Gran Paradiso (Piemonte, TO): 26-27-28-29 Luglio

Resoconti, commenti e proposte su campi e viaggi organizzati da Canislupus Italia

Moderatore: nicola sabatino

Avatar utente
nicola sabatino
Consigliere Canislupus Italia
Messaggi: 883
Iscritto il: 14 apr 2010, 18:38
Re: [2018] Parco Nazionale Gran Paradiso (Piemonte, TO): 26-27-28-29 Luglio

Messaggio da nicola sabatino » 08 lug 2018, 00:06

IL CAMPO HA RAGGIUNTO OGGI IL MASSIMO DI ISCRITTI (14). NON POSSIAMO QUINDI ACCETTARE PIÙ ALTRI PARTECIPANTI!
GRAZIE A TUTTI E BUON CAMPO NEL PNGP!
Nicola Sabatino, Consigliere Canislupus Italia.

Avatar utente
XEROTITULI
Nuovo Utente
Messaggi: 1
Iscritto il: 11 apr 2016, 13:02
Re: [2018] Parco Nazionale Gran Paradiso (Piemonte, TO): 26-27-28-29 Luglio

Messaggio da XEROTITULI » 09 lug 2018, 08:31

Buongiorno, è possibile sapere se vi sono partecipanti della mia zona (Veneto) per concordare un viaggio in comune. Grazie
Saluti

Avatar utente
mariom
Nuovo Utente
Messaggi: 16
Iscritto il: 02 nov 2016, 17:37
Re: [2018] Parco Nazionale Gran Paradiso (Piemonte, TO): 26-27-28-29 Luglio

Messaggio da mariom » 18 lug 2018, 12:54

Buongiorno a tutti, sono mario di milano.
Se qualcuno vuole condividere il viaggio con me io andrei a Noasca in auto usando la mia o quella di qualcun altro se preferisce.
Un caro saluto a Carlo e a tutti ....che voglia di partire!
Grazie e a presto!

Avatar utente
giramontes
Moderatore
Messaggi: 243
Iscritto il: 17 dic 2009, 20:48
Località: Canavese
Re: [2018] Parco Nazionale Gran Paradiso (Piemonte, TO): 26-27-28-29 Luglio

Messaggio da giramontes » 03 ago 2018, 16:20

Campo concluso.
Quattro giornate intense, camminate, osservazioni, presentazione di ricerche in corso, momenti conviviali – ma anche impegno di tutti quanti per la cogestione delle attività quotidiane al nostro "campo base" nella ex Casa reale di caccia. E proprio in questo mix di attività si è forgiata l'unione del gruppo, davvero un bel gruppo, interessato al lupo e all'ambiente naturale nel suo complesso, e con lo spirito di adattamento indispensabile in un campo che ha imposto una convivenza in comleta autogestione per tre giorni. Ringrazio tutti i partecipanti! Il fattore umano è l'elemento decisivo di ciascun campo. Ogni campo ha un sapore diverso, si incontra qualche “vecchio” amico, si conoscono nuovi personaggi e si forma un’alchimia che regala sempre qualcosa di stimolante.

Un particolare ringraziamento al Parco Nazionale del Gran Paradiso, che ha supportato l'iniziativa con diversi interventi. All'inizio del campo siamo stati accolti dal Dr. Bruno Bassano, responsabile del servizio Biodiversità e ricerca scientifica, che ha presentato le linee generali dell'azione del Parco e in particolare la situazione circa la presenza e l’evoluzione della popolazione di lupo nel Parco. Il Guardaparco in servizio presso la Casa reale di caccia al Gran Piano ha seguito per un tratto le nostre uscite e ha condiviso con noi alcuni momenti al rifugio, mostrando tutta la sua passione, la conoscenza del territorio e dispensando consigli sull'osservazione della fauna selvatica. Infine la ricercatrice Dr.ssa Giulia Marangoni ha illustrato il progetto Monitoraggio della biodiversità animale in ambiente alpino (http://www.pngp.it/node/218) in corso dal 2006.

Il meteo, pur sostanzialmente buono, ha guastato in parte le uscite con annuvolamenti pomeridiani, in particolare nella giornata di sabato, raggiunto il punto più elevato attorno ai laghi di Ciamosseretto, avremmo potuto sostare ed esplorare le vallette nivali, ma un breve acquazzone ci ha costretti a rientrare al rifugio nel primo pomeriggio.

Prima di aggiungere qualche contenuto emerso dalle escursioni, qui una panoramica scattata dai pressi del nostro campo base
Immagine
Carlo Gubetti

Avatar utente
giramontes
Moderatore
Messaggi: 243
Iscritto il: 17 dic 2009, 20:48
Località: Canavese
Re: [2018] Parco Nazionale Gran Paradiso (Piemonte, TO): 26-27-28-29 Luglio

Messaggio da giramontes » 03 ago 2018, 16:59

Dicevo dei contenuti, uno degli aspetti che più mi ha colpito è stato quanto osservato nell'escursione del primo giorno, un anello nella parte bassa del vallone (1200-1600 mtri) che nei giorni successivi abbiamo attraversato ad alta quota, sopra ai 2000 metri. Da alcuni anni, pascola questo territorio un gregge di circa 2000 pecore, e fin qui nulla di male. Purtroppo la gestione del gregge è estremamente carente: scarsa sorveglianza, nessun criterio di gestione del pascolo, nessuna attenzione per animali feriti o in non buone condizioni. Il risultato è un degrado diffuso, in particolare dei pascoli di fondovalle dove le pecore stazionano più spesso: distruzione della cotica erbosa per il calpestio e l'accumulo di deiezioni, al posto dell'erba per ampi tratti rimane terra battuta o fanghiglia maleodorante. Animali in cattive condizioni abbandonati in recinti a bassa quota, singoli animali isolati che trovano rifugio in ripari di fortuna – noi stessi abbiamo visto un agnello isolato che si era rifugiato dentro una baita semidiroccata lontana sia dal gregge, che pascolava in alto, sia dai recinti di fondovalle. E pecore morte abbandonate qua e là. Questo abbiamo visto e ci è stato raccontato a più riprese dalle persone che a diverso titolo frequentano la zona. Particolarmente pregnante la definizione di un margaro, che conduce un alpeggio più in alto, praticando il tradizionale allevamento di bovine da latte (con una gestione ben più corretta): "qui siamo al sicuro dal lupo, lì sotto c'è il self-service del lupo..." riferendosi all'ampia disponibilità alimentare messa a disposizione dalla cattiva gestione del gregge.
Anche nel Gran Paradiso non è tutto rosa e fiori...
Ma non mancano i risvolti positivi: il vallone è frequentato abitualmente da gipeti, in particolare d'autunno al termine della della stagione di monticazione del gregge. E proprio in questa zona abbiamo ripreso il passaggio di un lupo.

È comunque stato apprezzato il percorso molto vario, con la salita in una bella faggeta costeggiando un selvaggio torrente dove recenti ricerche del parco hanno rinvenuto una popolazione di trota marmorata autoctona, specie in forte declino e a rischio scomparsa nell'asta del corso d'acqua principale della valle (il torrente Orco).

Il gregge al pascolo
Immagine
Carlo Gubetti

Avatar utente
giramontes
Moderatore
Messaggi: 243
Iscritto il: 17 dic 2009, 20:48
Località: Canavese
Re: [2018] Parco Nazionale Gran Paradiso (Piemonte, TO): 26-27-28-29 Luglio

Messaggio da giramontes » 03 ago 2018, 17:25

Venendo ai contenuti lupini, non abbiamo avuto riscontri diretti, ad eccezione della sorpresa finale: le videotrappole posizionate poco prima dell'inizio del campo hanno ripreso il passaggio di un lupo. Esattamente lungo il percorso che abbiamo compiuto il primo giorno.
La Valle Orco, una delle due valli piemontesi del Parco, è frequentata da tempo da lupi, ma finora non è stata documentata la costituzione di un branco riproduttivo. Cosa che probabilmente non si farà attendere, considerata la frequenza delle segnalazioni e in parte anche delle predazioni.

Per quanto riguarda gli avvistamenti di animali selvatici, non sono stati particolarmente numerose, probabilmente per il caldo del periodo stambecchi e camosci si sono rifugiati più in alto – oppure, per quanto riguarda il camoscio, nei boschi dei valloni più incassati. Non sono comunque mancati avvistamenti di camosci, qualche stambecco, per due giorni un gipeto ci ha sorvolati, qualche aquila, marmotte e una fortunata partecipante ha visto quattro ermellini, probabilmente i giovani dell'anno.

Non ho documentazione degli avvistamenti, ma qualche fotografo con buona attrezzatura tra i partecipanti ha sicuramente scatti di buona qualità. Lo invito a pubblicare!
Carlo Gubetti

Avatar utente
giramontes
Moderatore
Messaggi: 243
Iscritto il: 17 dic 2009, 20:48
Località: Canavese
Re: [2018] Parco Nazionale Gran Paradiso (Piemonte, TO): 26-27-28-29 Luglio

Messaggio da giramontes » 03 ago 2018, 17:26

"Non è tutto rosa e fiori" dicevo a proposito del gregge mal gestito – ma le fioriture non sono mancate!

Qui una bella fioritura di arnica

Immagine
Carlo Gubetti

Avatar utente
giramontes
Moderatore
Messaggi: 243
Iscritto il: 17 dic 2009, 20:48
Località: Canavese
Re: [2018] Parco Nazionale Gran Paradiso (Piemonte, TO): 26-27-28-29 Luglio

Messaggio da giramontes » 03 ago 2018, 17:33

A seguire una carrellata di alcuni momenti della quattro giorni.


La dura salita verso il colle Sià...
In fondo non così dura, la strada reale di caccia taglia i l versante con numerosi tornanti a pendenza moderata. E il meteo era ottimo, sole, arietta fresca, scarsa umidità. Come sempre al mattino, al pomeriggio sono poi calate implacabili le solite nebbie
Immagine
Carlo Gubetti

Avatar utente
giramontes
Moderatore
Messaggi: 243
Iscritto il: 17 dic 2009, 20:48
Località: Canavese
Re: [2018] Parco Nazionale Gran Paradiso (Piemonte, TO): 26-27-28-29 Luglio

Messaggio da giramontes » 03 ago 2018, 17:42

Sosta con abbeverata.
Il retino... ebbene sì, serve proprio per acchiappare farfalle, ma tutto autorizzato: a portarlo è la ricercatrice Giulia Marangoni, che ci ha accompagnati per illustrarci il progetto di Monitoraggio della biodiversità animale in ambiente alpino condotto dal Parco dal 2006.


Immagine
Carlo Gubetti

Avatar utente
giramontes
Moderatore
Messaggi: 243
Iscritto il: 17 dic 2009, 20:48
Località: Canavese
Re: [2018] Parco Nazionale Gran Paradiso (Piemonte, TO): 26-27-28-29 Luglio

Messaggio da giramontes » 03 ago 2018, 17:46

Un momento dell'esposizione della ricerca sul monitoraggio della biodiversità della prateria alpina da parte di Giulia Marangoni


Immagine
Carlo Gubetti


Rispondi