Consumo Capriolo

Segnalazioni di attacchi e/o predazioni ad allevamenti ed animali selvatici

Re: Consumo Capriolo

Messaggiodi giovanni1968 » lunedì 23 settembre 2013, 8:21

pugnax ha scritto:Bellissima documentazione! Si può sapere la zona? (rimanendo nel vago)


Appennino Reggiano ciao

G
Giovanni Grossi, Vicepresidente Canislupus Italia.

"Le parole sono come le foglie, quando sono troppe difficilmente nascondono un frutto." Alexander Pope
Avatar utente
giovanni1968
VicePresidente Canislupus Italia
 
Messaggi: 888
Iscritto il: martedì 10 febbraio 2009, 16:53

Re: Consumo Capriolo

Messaggiodi giovanni1968 » lunedì 23 settembre 2013, 16:03

Oltre ad una serie di cani è arrivato il probabile responsabile,qualche ora prima ho cambiato la scheda e rimesso il capriolo in posizione visto che un cinghiale aveva trascinato la carcassa.

Immagine
Giovanni Grossi, Vicepresidente Canislupus Italia.

"Le parole sono come le foglie, quando sono troppe difficilmente nascondono un frutto." Alexander Pope
Avatar utente
giovanni1968
VicePresidente Canislupus Italia
 
Messaggi: 888
Iscritto il: martedì 10 febbraio 2009, 16:53

Re: Consumo Capriolo

Messaggiodi giovanni1968 » lunedì 23 settembre 2013, 16:11

Animale audace,la fame è stata più forte del mio odore e del flash

Immagine
Giovanni Grossi, Vicepresidente Canislupus Italia.

"Le parole sono come le foglie, quando sono troppe difficilmente nascondono un frutto." Alexander Pope
Avatar utente
giovanni1968
VicePresidente Canislupus Italia
 
Messaggi: 888
Iscritto il: martedì 10 febbraio 2009, 16:53

Re: Consumo Capriolo

Messaggiodi sniperwolf » martedì 24 settembre 2013, 0:44

Bella documentazione Giovanni.. ;)
Forse sarà la fitta vegetazione ma a me sembra che abbia un colore strano no?? A voi che vi sembra??
Avatar utente
sniperwolf
Nuovo Utente
 
Messaggi: 18
Iscritto il: sabato 23 marzo 2013, 19:52

Re: Consumo Capriolo

Messaggiodi lupo_toscano » martedì 24 settembre 2013, 12:31

sniperwolf ha scritto:Bella documentazione Giovanni.. ;)
Forse sarà la fitta vegetazione ma a me sembra che abbia un colore strano no?? A voi che vi sembra??


Penso abbia il pelo un pò spelacchiato, come quei lupi che si trovano nei centri di recupero, forse rogna?

Marco
Avatar utente
lupo_toscano
Utente Senior
 
Messaggi: 939
Iscritto il: domenica 10 aprile 2011, 13:25
Località: piombino (li)

Re: Consumo Capriolo

Messaggiodi lorenzo lazzeri » martedì 24 settembre 2013, 14:17

sniperwolf ha scritto:Bella documentazione Giovanni.. ;)
Forse sarà la fitta vegetazione ma a me sembra che abbia un colore strano no?? A voi che vi sembra??

anche se si vede il giusto concordo!
Avatar utente
lorenzo lazzeri
Moderatore
 
Messaggi: 1758
Iscritto il: lunedì 12 novembre 2012, 15:57

Re: Consumo Capriolo

Messaggiodi pigrofalco » martedì 24 settembre 2013, 14:52

Gran bel documento Giovanni.

In due foto sei riuscito ad inficiare l'osservazione abbastanza corrente per la quale:

-I lupi non tornino su una carcassa manomessa dall'uomo.
-I lupi non possano tornare anche repentinamente su una carcassa manomessa dall'uomo.
-Il flash bianco disturbi i lupi al punto da impedire loro normali funzioni vitali come riprendersi una carcassa.

la presenza possibile di rogna incrociata con le variabili risolte di cui sopra rende il documento ancora più denso di interesse.

Bravo !

Alessio
Alessio Pieragnoli, Consigliere Canislupus Italia.

"Percorse convinto le strade dell'equilibrio e ogni volta che si trovò di fronte al bivio che indicava l'onestà tirò dritto, pensando ad uno scherzo."
Avatar utente
pigrofalco
Consigliere Canislupus Italia
 
Messaggi: 6258
Iscritto il: martedì 23 settembre 2008, 2:08
Località: Firenze

Re: Consumo Capriolo

Messaggiodi Dario » martedì 24 settembre 2013, 15:37

pigrofalco ha scritto:
In due foto sei riuscito ad inficiare l'osservazione abbastanza corrente per la quale:

-I lupi non tornino su una carcassa manomessa dall'uomo.
-I lupi non possano tornare anche repentinamente su una carcassa manomessa dall'uomo.
-Il flash bianco disturbi i lupi al punto da impedire loro normali funzioni vitali come riprendersi una carcassa.


un episodio mi par poco per poterne trarre una legge scientifica, però possiamo dire che almeno "quel lupo" non è un timidone :)
Avatar utente
Dario
Utente Master
 
Messaggi: 1039
Iscritto il: lunedì 18 maggio 2009, 17:11
Località: Livorno

Re: Consumo Capriolo

Messaggiodi pigrofalco » martedì 24 settembre 2013, 15:40

Dario ha scritto:
pigrofalco ha scritto:
In due foto sei riuscito ad inficiare l'osservazione abbastanza corrente per la quale:

-I lupi non tornino su una carcassa manomessa dall'uomo.
-I lupi non possano tornare anche repentinamente su una carcassa manomessa dall'uomo.
-Il flash bianco disturbi i lupi al punto da impedire loro normali funzioni vitali come riprendersi una carcassa.


un episodio mi par poco per poterne trarre una legge scientifica, però possiamo dire che almeno "quel lupo" non è un timidone :)


Infatti ho parlato di 'inficiare' (quindi non smentire del tutto) un'osservazione, quindi una prova empirica, nessuna 'legge scientifica. ;)
Alessio Pieragnoli, Consigliere Canislupus Italia.

"Percorse convinto le strade dell'equilibrio e ogni volta che si trovò di fronte al bivio che indicava l'onestà tirò dritto, pensando ad uno scherzo."
Avatar utente
pigrofalco
Consigliere Canislupus Italia
 
Messaggi: 6258
Iscritto il: martedì 23 settembre 2008, 2:08
Località: Firenze

Re: Consumo Capriolo

Messaggiodi Duccio » martedì 24 settembre 2013, 15:46

pigrofalco ha scritto:Gran bel documento Giovanni.

In due foto sei riuscito ad inficiare l'osservazione abbastanza corrente per la quale:

-I lupi non tornino su una carcassa manomessa dall'uomo.
-I lupi non possano tornare anche repentinamente su una carcassa manomessa dall'uomo.
-Il flash bianco disturbi i lupi al punto da impedire loro normali funzioni vitali come riprendersi una carcassa.

la presenza possibile di rogna incrociata con le variabili risolte di cui sopra rende il documento ancora più denso di interesse.

Bravo !

Alessio


Parzialmente d'accordo. E' un errore molto diffuso considerare che tutti i lupi siano uguali, si tratta di una delle specie che mostra più variabilità comportamentale tra un individuo e un altro
Duccio Berzi, Presidente Canislupus Italia.

"Che siete colti ve lo dite da voi. Avete letto tutti gli stessi libri. Non c'è nessuno che vi chieda qualcosa di diverso". D.L.Milani
Avatar utente
Duccio
Presidente Canislupus Italia
 
Messaggi: 6358
Iscritto il: domenica 24 agosto 2008, 14:52

PrecedenteProssimo

Torna a Segnalazione predazioni

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

cron