Predazione ?! Su vacca - Prato.

Segnalazioni di attacchi e/o predazioni ad allevamenti ed animali selvatici
Rispondi
Avatar utente
Luciano
Consigliere Canislupus Italia
Messaggi: 2669
Iscritto il: 23 set 2010, 06:08
Re: Predazione ?! Su vacca - Prato.

Messaggio da Luciano » 05 giu 2013, 20:14

franco ha scritto: ..... ..... che è patognomonica di predazione .....
Mha! :o ..... io ho guardato e riguardato molto attentamente .... vedo la vacca sotto diverse angolature ... ma quella bèstia lì ... come si chiama ... a già ... Patognomonica ... non la vedo mica!!! :roll: :D

L.


Grazie a Bea e Lorenzo ... a nome di tutti! ;)

Avatar utente
franco
Moderatore
Messaggi: 2062
Iscritto il: 23 set 2008, 02:04
Località: Morbegno (So)
Contatta:
Re: Predazione ?! Su vacca - Prato.

Messaggio da franco » 05 giu 2013, 20:20

chiedo venia :oops:
Patognomonica indica che da sola basta a determinare la causa.
"Ci sedemmo dalla parte del torto perchè ogni altro posto era stato occupato"

Avatar utente
erreotto
Utente Super-Attivo
Messaggi: 372
Iscritto il: 23 set 2008, 02:02
Località: un piccolo paese di collina dell'Italia Centrale
Re: Predazione ?! Su vacca - Prato.

Messaggio da erreotto » 05 giu 2013, 23:01

Io ho sempre sostenuto che questo tipo di attività - il veterinario che deve fare i sopralluoghi per accertare i danni da predazione-dovrebbe essere su base ''volontaria''.
Invece si forma il personale (l'abbiamo fatto anche io e Duccio) e poi dopo aver sprecato tempo e parole ti rendi conto che ancora oggi sembra che il problema principale sia quello di distinguere tra predazione in vita e consumo ( ritengo sia abbastanza facile saper distinguere,non consideriamo i casi limite)
Ti possono spiegare la fisiologia,l'anatomia patologica,i meccanismi di predazione etc....ma se poi NON ''applichi'' sul campo le tue conoscenze e' tutto tempo perso.
Sono attività particolari che ''non'' finiscono alla fine del sopralluogo ma che ti porti a casa ,specie se sei alle prime armi.
A casa si studia,si chiede a chi ne sa piu' di te e al sopralluogo successivo si avanza di uno step.
Gli allevatori ti chiamano anche per certificare la morte di un animale per malattia o cause naturali o trauma,perche' il certificato serve a scaricarlo dall'anagrafe .
Questa e' la vera grande occasione per esercitarsi a ''studiare'' la medicina forense,almeno per me lo è stato e lo è ancora (perche' ad ogni sopralluogo si impara sempre qualcosa in piu').
L'allevatore conosce solitamente quando è morto l'animale e cosi' puoi cominciare a studiare i fenomeni postmortali che sono alla base delle medicina forense ,umana e veterinaria. Rigor mortis,temperatura del cadavere,disidratazione del globo oculare,macchie ipostatiche,fasi della putrefazione,entomologia forense,scheletrizzazione etc...costituiscono ancora la ''BASE'' del bagaglio tecnico di ogni medico legale .
E sono fenomeni che si possono studiare senza particolari strumenti...basta imparare ad osservare.
Quindi se voglio sapere da quanto tempo e' morta una persona o un animale devo andare sul posto,misurare la tempertaura ambientale e dell'animale,valutare l'aspetto del globo oculare,il rigor mortis etc..; una volta ''spostato'' il cadavere o la carcassa la temperatura non sara' quella della ''scena del crimine'' ,il rigor mortis puo' risolversi,addirittura c'e' qualcuno che se vede delle larve sul cadavere si affretta a lavarlo,non sapendo che l'entomologia forense ha risolto casi famosi.
Per questo ritengo importantissimo andare di persona sul posto a osservare ,ad esempio,la carcassa di un lupo morto..serve a farmi un'idea di massima che andrà poi confermata in sede di necroscopia
E siamo solo all'inizio del sopralluogo e se solo volessi spiegarvi i concetti di base elencati sopra dovrei passare ore a postare foto e descrizioni.
Poi bisogna capire se e' predazione o consumo e in tal caso cercare la causa di morte. E non sempre la puoi appurare; se arrivi ''tardi'' e gli organi sono in putrefazione o i necrofagi ci hanno banchettato puoi solo fare ipotesi...per questo in quasi tutte le leggi regionali che normano le predazioni viene indicato un tempo entro cui fare il sopralluogo,per avere tutti gli elementi necessari a poter fare una diagnosi corretta.
Perche' quelle due parole sotto il certificato che prendono il nome di ''firma'' per me assumono una enorme importanza e condensano tutte le ore trascorse sui sopralluoghi a studiare ,sotto la pioggia,nel fango o in una bella giornata di sole primaverile.
Ciao G.

Avatar utente
Gibbo
Utente Super-Attivo
Messaggi: 256
Iscritto il: 03 feb 2010, 09:50
Località: Coiano -PRATO-
Re: Predazione ?! Su vacca - Prato.

Messaggio da Gibbo » 06 giu 2013, 09:41

poggioallorso ha scritto:Per chi, come me, poco sa riguardo al lupo e a tutto ciò che gli appartiene, queste discussioni sono di notevole utilità... e si leggono (proprio come faccio io) quasi in silenzio, ma con tanta attenzione.
grazie :)
Mi hai tolto le parole dalla tastiera,
conosco perfettamente il luogo,
c'è una prugnolaia a 30mt ;) ,
ma non posso dare altre indicazioni se non che da 20 anni vedo vacche libere di quel proprietario in quella zona,
E che essendo sentiero 00 di crinale è molto frequentato da, fungaioli, escursionisti, mountain-bikers ecc ecc.

Ringrazio per gli interessanti commenti che leggo sempre con attenzione.

Un saluto. ;)
La consapevolezza della mia ignoranza fa si che non mi fermi mai nella strada della conoscenza.

Avatar utente
Giovanni Todaro
Utente Senior
Messaggi: 848
Iscritto il: 30 set 2010, 11:51
Contatta:
Re: Predazione ?! Su vacca - Prato.

Messaggio da Giovanni Todaro » 06 giu 2013, 11:10

Erreotto, grazie per l'interessante descrizione.


Rispondi

Torna a “Segnalazione predazioni”