Impronte: confronto e analisi.

Discussioni su comportamento, riproduzione, alimentazione, segni di presenza
Rispondi
Avatar utente
Dario
Utente Master
Messaggi: 1039
Iscritto il: 18 mag 2009, 17:11
Località: Livorno
Re: Impronte: confronto e analisi.

Messaggio da Dario » 09 set 2013, 21:45

confronta anche questa discussione viewtopic.php?f=73&t=3065&hilit=orma+strana

Avatar utente
Snowstorm
Utente Attivo
Messaggi: 127
Iscritto il: 27 ago 2012, 17:39
Località: Avigliana (TO)
Re: Impronte: confronto e analisi.

Messaggio da Snowstorm » 09 set 2013, 22:38

Allora, la zona dove ho scattato la foto è sulla cresta di una morena, una zona molto frequentata, quindi è probabile che l'autore dell'impronta sia un cane. In zona il lupo è presente, probabilmente soggetti in dispersione (a pochi km un lupo fu ucciso da un laccio :( ).
Inoltre non ho trovato nessuna fatta o altri segni.

Avatar utente
pigrofalco
Consigliere Canislupus Italia
Messaggi: 6066
Iscritto il: 23 set 2008, 02:08
Località: Firenze
Re: Impronte: confronto e analisi.

Messaggio da pigrofalco » 10 set 2013, 12:54

A mio avviso quella potrebbe benissimo essere un'impronta di lupo ed altrettanto di cane, non vedo elementi nè per escludere nessuna delle due ipotesi nè per confermarla.
Alessio Pieragnoli, Consigliere Canislupus Italia.

"Percorse convinto le strade dell'equilibrio e ogni volta che si trovò di fronte al bivio che indicava l'onestà tirò dritto, pensando ad uno scherzo."

Avatar utente
Luciano
Consigliere Canislupus Italia
Messaggi: 2669
Iscritto il: 23 set 2010, 06:08
Re: Impronte: confronto e analisi.

Messaggio da Luciano » 10 set 2013, 19:18

pigrofalco ha scritto:A mio avviso quella potrebbe benissimo essere un'impronta di lupo ed altrettanto di cane, non vedo elementi nè per escludere nessuna delle due ipotesi nè per confermarla.
Bene .... allora è sempre vero tutto ... e il contrario di tutto.
Ritengo a questo punto sia perfettamente inutile continuare a parlare di orme. L'impronta in primo piano (parzialmente "rovinata" da una sovrapposizione di cui si intravedono le unghie) non ha nessun carattere compatibile con un'orma di lupo, ... ma se vogliamo continuare a parlarne per divertirci un po' ... va benissimo. ;)

L.

Avatar utente
pigrofalco
Consigliere Canislupus Italia
Messaggi: 6066
Iscritto il: 23 set 2008, 02:08
Località: Firenze
Re: Impronte: confronto e analisi.

Messaggio da pigrofalco » 10 set 2013, 19:43

Luciano ha scritto: Bene .... allora è sempre vero tutto ... e il contrario di tutto.
L.
Non è così evidentemente, ma un'impronta come quella, fotografata ed impressa su fango allentato, probabilmente in corsa o discesa, non si può escludere che sia di lupo, cioè non ci sono a mio avviso elementi che possano farlo escludere in modo assoluto, con i polpastrelli che scendono abbastanza in profondità da far risultare il ponte carnoso piuttosto 'alto'. In genere discutere di una singola impronta non consente di effettuare attribuzioni specifiche al 100% mentre è plausibile esprimere pareri di 'compatibilità' con lupo, e direi che in casi come questo vale a maggior ragione, con la complicazione che l'orma è perfettamente compatibile anche con cane.
Alessio Pieragnoli, Consigliere Canislupus Italia.

"Percorse convinto le strade dell'equilibrio e ogni volta che si trovò di fronte al bivio che indicava l'onestà tirò dritto, pensando ad uno scherzo."

Avatar utente
Snowstorm
Utente Attivo
Messaggi: 127
Iscritto il: 27 ago 2012, 17:39
Località: Avigliana (TO)
Re: Impronte: confronto e analisi.

Messaggio da Snowstorm » 10 set 2013, 23:02

Allora, il terreno è in piano, comunque tornerò in caso di nevicate per cercare di seguire eventuali piste, ho postato l'immagine solo per capire a grandi linee se l'orma poteva essere compatibile o no con quella di un lupo, chiaramente è impossibile determinare l'autore dell'impronta con sicurezza. ;)

Avatar utente
Dario
Utente Master
Messaggi: 1039
Iscritto il: 18 mag 2009, 17:11
Località: Livorno
Re: Impronte: confronto e analisi.

Messaggio da Dario » 11 set 2013, 04:54

Luciano ha scritto:
pigrofalco ha scritto:A mio avviso quella potrebbe benissimo essere un'impronta di lupo ed altrettanto di cane, non vedo elementi nè per escludere nessuna delle due ipotesi nè per confermarla.
Bene .... allora è sempre vero tutto ... e il contrario di tutto.
Ritengo a questo punto sia perfettamente inutile continuare a parlare di orme. L'impronta in primo piano (parzialmente "rovinata" da una sovrapposizione di cui si intravedono le unghie) non ha nessun carattere compatibile con un'orma di lupo, ... ma se vogliamo continuare a parlarne per divertirci un po' ... va benissimo. ;)

L.
spiegaci gli elementi :P

Avatar utente
lorenzo lazzeri
Moderatore
Messaggi: 1758
Iscritto il: 12 nov 2012, 14:57
Re: Impronte: confronto e analisi.

Messaggio da lorenzo lazzeri » 11 set 2013, 14:07

Gli elementi sono gli stessi rammentati tante volte, come si è sempre detto spesso e volentieri non è possibile identificare una singola orma come di cane o di lupo, ma qui mi trovo d'accordo con luciano, limitandoci ad analizzare solamente l'impronta non c'è niente di compatibile a parte le dimensioni.... presenza del ponte carnoso (?), personalmente ho pochi dubbi per me non è presente, polpastrelli anteriori eccessivamente divaricati, polpastrelli laterali che non sono neanche tangenti quelli anteriori (ok questo parametro conta il giusto specialmente in questo caso, non sono tangenti perchè sono eccessivamente aperti). Personalmente tra le orme che mi sono studiato su vari substrati non ho mai visto un'impronta lupina così aperta! C'è da dire che è praticamente impossibile effettuare una discriminazione tra lupo e cane, verissimo, ma allora non ha neanche senso tenere aperto questo topic... tra l'altro nel vecchio topic che Dario ha postato mi sembra che Duccio abbia scritto la stessa cosa circa il divaricamento dei polpastrelli!

Avatar utente
Dario
Utente Master
Messaggi: 1039
Iscritto il: 18 mag 2009, 17:11
Località: Livorno
Re: Impronte: confronto e analisi.

Messaggio da Dario » 11 set 2013, 19:15

ma infatti non ha senso dire sempre che non si può discriminare lupo e cane in un topic del genere, sappiamo che la certezza assoluta non c'è e lo poniamo come assioma, stop.

Anche a me non sembra di lupo però ad esempio il ponte carnoso ce lo vedo anche se meno che in altre impronte e non sono così sicuro che non possa divaricare fino a quel punto i polpastrelli davanti (in casi particolari come discesa nel fango). Che non li possa divaricare troppo ok, ma vorrei capire fino a che punto la divaricazione sia ragionevole.

Avatar utente
pigrofalco
Consigliere Canislupus Italia
Messaggi: 6066
Iscritto il: 23 set 2008, 02:08
Località: Firenze
Re: Impronte: confronto e analisi.

Messaggio da pigrofalco » 12 set 2013, 14:01

Dario ha scritto:ma infatti non ha senso dire sempre che non si può discriminare lupo e cane in un topic del genere, sappiamo che la certezza assoluta non c'è e lo poniamo come assioma, stop.
Anche a me non sembra di lupo però ad esempio il ponte carnoso ce lo vedo anche se meno che in altre impronte e non sono così sicuro che non possa divaricare fino a quel punto i polpastrelli davanti (in casi particolari come discesa nel fango). Che non li possa divaricare troppo ok, ma vorrei capire fino a che punto la divaricazione sia ragionevole.
Dario non ho detto che non si può discriminare, ed il thread l'ho aperto io su suggerimento di Luciano proprio per capire di che si parla quando analizziamo impronte. Ho detto invece che è difficile da una singola impronta fare un'attribuzione certa. E che un'attribuzione di probabilità si ottiene unendo all'impronta altri dati contestuali ( 1) presenza di pista retta, 2) assenza di altre impronte di derivazione antropica [uomo, cane], 3) zona a presenza lupina effettiva o possibile ).

Parlo sempre di probabilità perchè ritengo che anche nel caso di a) ponte carnoso perfettamente impresso, b) misure e proporzioni da manuale, c) area ad alta densità lupina e zona non antropizzata, personalmente non farei mai un' attribuzione al 100%, ed il motivo sono i piedi perfettamente lupini del ( tra i tanti) labrador dell'amica di Marco, come anche il fatto che non siamo in Alaska e non esistono boschi nei quali ci siano possibilità nulle/basse di transito di cani con o senza uomo.

Nondimeno è importante continuare ad analizzare e raffrontare impronte, al di là della passione che ci unisce nel farlo, proprio per arrivare a confermare sempre meglio o magari integrare ( o smentire, ma non certo con l'ultima impronta inserita ed il contesto in cui è inserita !) il concetto di cui sopra.
Alessio Pieragnoli, Consigliere Canislupus Italia.

"Percorse convinto le strade dell'equilibrio e ogni volta che si trovò di fronte al bivio che indicava l'onestà tirò dritto, pensando ad uno scherzo."


Rispondi

Torna a “Conoscere il Lupo”