Ruoli: il tecnico e l'appassionato.

Qualsiasi argomento non riguardante il Lupo
Avatar utente
Luciano
Consigliere Canislupus Italia
Messaggi: 2669
Iscritto il: 23 set 2010, 06:08
Re: Ruoli: il tecnico e l'appassionato.

Messaggio da Luciano » 21 ott 2014, 22:09

Ne parleremo meglio direttamente Marco.
Che le mie risposte possano essere un po' "velenose" ... posso anche ammetterlo; ... ma non mi pare giusto che ci si scagli spesso (non solo qui) contro chi fa "indagini faunistiche" volontariamente.
Così come io non mi scaglio a priori contro tutti i professionisti del settore ... (perché ritengo sia comunque una "categoria" degna del massimo rispetto) gradirei lo stesso atteggiamento da parte di chi ha sì studiato ... ma non è depositario di tutto lo scibile umano ... e magari paga anche qualcosa sotto l'aspetto dell'esperienza.
Inoltre occorre considerare che questa è una associazione di appassionati ... dalla quale non si può pretendere che "censuri" ogni cosa che si fa per passione .... se non affiancata a qualche ricercatore.
Relativamente al consiglio che ho dato a Debora ... ne parliamo vis a vis! ;)

L.

Avatar utente
giramontes
Moderatore
Messaggi: 243
Iscritto il: 17 dic 2009, 20:48
Località: Canavese
Re: Consigli per fototrappolaggio

Messaggio da giramontes » 21 ott 2014, 22:16

deborabordini ha scritto:Come già scritto non volevo assolutamente creare nessun tipo di discussione. Le mie erano semplici richieste di suggerimenti da parte di persone esperte. Quello che viene fatto è assolutamente supervisionato da persone esperte e competenti, pensavo solo che consigli da più persone potessero essere una cosa positiva, senza innescare nessuna polemica.

Il mio obiettivo iscrivendomi al forum e chiedendo qualche suggerimento nasceva solo dall'idea che fare squadra vince sempre. Più pareri sono meglio di 1 solo. Non volevo certo che la discussione venisse postata altrove per far nascere disguidi o qualulque tipo di malumori.
Di certo mi sono spiegata male io inizialmente non volendo essere troppo prolissa e dando l'impressione di muoverci senza la guida di esperti/naturalisti/tecnici specializzati. Per questo mi scusa se non ho chiarito questa cosa e ho fatto intendere altro.

Ringrazio comunque tutti quelli che mi hanno voluto dare qualche indicazione e suggerimento.
ciao
D. ;)

Ciao Debora,

direi che la tua posizione è assolutamente limpida. Prosegui la tua collaborazione con il parco senza preoccuparti della diatriba sul ruolo di "appassionati" e "professionisti", che da qualche tempo anima le pagine del forum. La questione è nata in seguito a vicende interne che solo di riflesso toccano la tua esperienza. A parte questo, sono sicuro che qui potrai trovare validi consigli e conoscere persone qualificate che ti aiuteranno a proseguire la tua attività.

La questione volontari/professionisti per me non è una questione: è ovvio che una collaborazione è tanto auspicabile quanto vantaggiosa per entrambe le parti.
Aggiungo: non è detto che i ruoli siano separati così nettamente - ad es. i volontari "qualificati" dove li mettiamo? intendo laureati o tecnici che non esercitano la professione. È un caso particolare, ma esemplificativo di un campo in cui si può operare a vari livelli, con diversi gradi di competenza, ma senza preclusioni e decaloghi.

un saluto e buon lavoro a tutte e tutti
carlo
Ultima modifica di giramontes il 21 ott 2014, 22:17, modificato 1 volta in totale.
Carlo Gubetti

Avatar utente
DanieleC
Utente Master
Messaggi: 4247
Iscritto il: 23 set 2008, 01:53
Località: Val di Cornia (LI)
Contatta:
Re: Ruoli: il tecnico e l'appassionato.

Messaggio da DanieleC » 21 ott 2014, 22:17

Ah dimenticavo....
gradirei che si esprimesse anche il consiglio direttivo perchè noto con dispiacere che non intervengono quasi mai su queste
discussioni....e non si capisce perchè.. :?
Ascoltateli. I figli della notte... quale dolce musica emettono. (Dracula di Bram Stoker)
Natura e fotografia naturalistica.
Alta Maremma Camera Trapping

Avatar utente
Duccio
Presidente Canislupus Italia
Messaggi: 6227
Iscritto il: 24 ago 2008, 14:52
Re: Ruoli: il tecnico e l'appassionato.

Messaggio da Duccio » 21 ott 2014, 22:53

Provo a commentare le questioni avanzate da Paola, con la speranza di placare i toni, poi abbandono per stanchezza e riapro domani al rientro dalle maremme, sperando che domani sia scoppiata la pace... ;-)
- i volontari devono necessariamente essere coordinati da un tecnico specializzato laureato. Sono ovviamente una valida risorsa
Nell'ambito di un progetto strutturato OK, per il trappolaggio fotografico direi che sotto il profilo legale è un'attività che ognuno può ancora fare senza problemi, auspicando che le immagini siano poi trasmesse a chi ne può aver bisogno ai fini scientifici/professionali; questo in caso di uso come minimo è tenuto a citarne l'autore
- i volontari non possono percepire guadagno dalla collaborazione ma al più un rimborso spese, quando possibile, da parte dell'Ente. Se la collaborazione è proposta dall'Ente possono anche pretenderlo, se invece la richiesta parte dal volontario non è detto, e comunque dipende dalle risorse dell' Ente.
OK, abbiamo un maresciallo della finanza a bordo
- sempre a mio stretto parere dovrebbero avere la priorità nelle collaborazioni gli studenti di facoltà faunistiche e i neolaureati per imparare quello che sarà poi il loro lavoro
Auspicabile, se ci sono, se sono in gamba e motivati. Purtroppo ne ho visti tanti che non valgono mezzo Daniele...
- in un'associazione come CLI, che dovrebbe fare dell'educazione la sua bandiera, in un post come quello di Debora, che forse ignorando certe dinamiche si è presentata quasi come responsabile di un monitoraggio, ipotizzando attività di wolf howling (molto più invasiva e pericolosa del fototrappolaggio) sarebbe dovuto immediatamente intervenire un moderatore a chiedere chiarimenti e non solo dopo sollecitazioni esterne. I consigli elargiti dai primi che hanno risposto sono stati fuori luogo e dannosi per l'immagine che l'associazione dice di voler avere
.

Paola ha ragione, credo che in maniera civile e pacifica avremmo dovuto chiedere spiegazioni. Giustificazioni: in quel momento era abilitato 1 solo moderatore, che magari non ha letto i messaggi, 2) personalmente ero come al solito fuori, 3) comunque non nego che mi sarei un pò peritato.... Debora si è presentata in maniera molto "candida", le cose per le quali varrebbe la pena combattere come professionisti sono decisamente altre.
- già che ci siamo, aggiungo che mi sembra che troppo spesso il parere dei professionisti sia tenuto in poco conto in molte discussioni, considerandolo ogni volta opinabile e da "contrattare" al pari delle idee di qualsiasi appassionato. Non è per ergersi su un piedistallo, ma anni di studi fatti da lauree, master, corsi, convegni, lavori, responsabilità e scambi con altri del settore, dovrebbero essere un biglietto da visita per essere messi meno in discussione. Non dico che tutti i biologi/naturalisti/agronomi/forestali siano depositari della verità assoluta ed è giusto per un appassionato mantenere uno spirito critico, ma un minimo in più di fiducia in quel che dice colui che la fauna la dovrebbe gestire, ci vorrebbe. Questo esula dal topic di Debora, ma penso sia doveroso sottolinearlo.
Personalmente ok per ... "un minimo in più di fiducia" , per il resto credo che la discussione con persone intelligenti e di altra formazione sia sempre un ottima palestra, anche se faticosa, come diceva un bravo prete che viveva in Mugello (leggi la mia firma...).

ciao, d.
Duccio Berzi, Presidente Canislupus Italia.

"Che siete colti ve lo dite da voi. Avete letto tutti gli stessi libri. Non c'è nessuno che vi chieda qualcosa di diverso". D.L.Milani

Avatar utente
Michelangelo
Consigliere Canislupus Italia
Messaggi: 837
Iscritto il: 29 gen 2012, 19:36
Re: Ruoli: il tecnico e l'appassionato.

Messaggio da Michelangelo » 21 ott 2014, 23:08

Ciao Debora e ciao a tutti. Scusate l'ora ma torno adesso o quasi dall'IKEA. Il tuo post Debora non ha creato scandalo qui sul forum ma soltanto degli interrogativi e dei giusti punti di riflessione.
La discussione pare accesa, non per colpa tua ma perché si può riallacciare a precedenti quanto mai attuali discussioni; e sopratutto perché la tua richiesta è stata criticata in un gruppo esterno al forum accusando anche l'associazione stessa di varie colpe.

Sentiti libera di chiedere e se possibile cercheremo di darti risposte il più possibile veritiere e coerenti.

Tieni conto anche della difficile situazione che si sta creando intorno al Lupo, sopratutto sul fronte della convivenza con gli allevatori e non solo. Cerca di capire come mosse sbagliate, parole dette in maniera non ponderata, disturbo alla specie possano contribuire a peggiorare questo difficile equilibrio. Dietro quello che può sembrare un semplice wolfhowling si celano tutta una serie di fattori concatenati, tali da sconsigliarlo se non veramente necessario.

Dal canto mio ribadisco che il volontariato sia una risorsa indispensabile oggigiorno, e che se ben coordinato non possa far altro che arricchire ogni campo in cui sia utilizzato.
Michelangelo Angeloni, Consigliere Canislupus Italia.

"È inutile per la pecora essere a favore del vegetarianismo mentre il lupo continua ad avere un'opinione diversa."

Avatar utente
DanieleC
Utente Master
Messaggi: 4247
Iscritto il: 23 set 2008, 01:53
Località: Val di Cornia (LI)
Contatta:
Re: Ruoli: il tecnico e l'appassionato.

Messaggio da DanieleC » 21 ott 2014, 23:16

Miche....
il post per rispondere a Debora è questo :
http://www.canislupus.it/forum/viewtopi ... =11&t=6490
Ascoltateli. I figli della notte... quale dolce musica emettono. (Dracula di Bram Stoker)
Natura e fotografia naturalistica.
Alta Maremma Camera Trapping

Avatar utente
Michelangelo
Consigliere Canislupus Italia
Messaggi: 837
Iscritto il: 29 gen 2012, 19:36
Re: Ruoli: il tecnico e l'appassionato.

Messaggio da Michelangelo » 21 ott 2014, 23:23

Scusa Dani ho visto che anche qui in molti si rivolgevano a lei e ho preso spunto per rispondere a lei ed esprimere una mia opinione in merito.
Grazie della dritta.
Michelangelo Angeloni, Consigliere Canislupus Italia.

"È inutile per la pecora essere a favore del vegetarianismo mentre il lupo continua ad avere un'opinione diversa."

Avatar utente
Federico
Webmaster
Messaggi: 5655
Iscritto il: 04 set 2008, 01:14
Località: Prato
Re: Ruoli: il tecnico e l'appassionato.

Messaggio da Federico » 21 ott 2014, 23:23

Michelangelo ha scritto:...sopratutto perché la tua richiesta è stata criticata in un gruppo esterno al forum accusando anche l'associazione stessa di varie colpe.
Si può avere qualche riferimento più preciso?
Sono curioso di sapere chi e dove...

Se qualcuno ha da criticare, lo faccia direttamente qui piuttosto che "alle spalle".
Federico
Il lupo non è né buono né cattivo, ma è lì, splendido come la natura selvaggia, e vuole restare libero.

Avatar utente
Michelangelo
Consigliere Canislupus Italia
Messaggi: 837
Iscritto il: 29 gen 2012, 19:36
Re: Ruoli: il tecnico e l'appassionato.

Messaggio da Michelangelo » 21 ott 2014, 23:28

Ti rispondo in pvt per motivi di privacy
Michelangelo Angeloni, Consigliere Canislupus Italia.

"È inutile per la pecora essere a favore del vegetarianismo mentre il lupo continua ad avere un'opinione diversa."

Avatar utente
Luciano
Consigliere Canislupus Italia
Messaggi: 2669
Iscritto il: 23 set 2010, 06:08
Re: Ruoli: il tecnico e l'appassionato.

Messaggio da Luciano » 22 ott 2014, 06:33

Federico ha scritto:
Michelangelo ha scritto:...sopratutto perché la tua richiesta è stata criticata in un gruppo esterno al forum accusando anche l'associazione stessa di varie colpe.
Si può avere qualche riferimento più preciso?
Sono curioso di sapere chi e dove....
Mi associo
L.


Rispondi

Torna a “Off topic”