Il ratto e le vipere

Qualsiasi argomento non riguardante il Lupo
Rispondi
Avatar utente
Tiger Jack
Nuovo Utente
Messaggi: 8
Iscritto il: 15 lug 2013, 20:15
Località: Como / alto Lario
Contatta:
Il ratto e le vipere

Messaggio da Tiger Jack » 16 lug 2013, 12:04

buon giorno , ratti e serpenti restano immortalati nelle fototrappole ? grazie
La teoria è quando si sa tutto e niente funziona. La pratica è quando tutto funziona e nessuno sa il perché. Noi abbiamo messo insieme la teoria e la pratica: non c'è niente che funzioni... e nessuno sa il perché!

Avatar utente
lorenzo lazzeri
Moderatore
Messaggi: 1758
Iscritto il: 12 nov 2012, 14:57
Re: il ratto e le vipere

Messaggio da lorenzo lazzeri » 16 lug 2013, 12:15

il ratto sicuramente, per i rettili essendo a sangue freddo credo di no, andrebbe impostato il time lapse su on almeno nelle fototrappole che lo consentono, ma non ne sono certo, spero di non aver detto corbellerie.

Avatar utente
Tiger Jack
Nuovo Utente
Messaggi: 8
Iscritto il: 15 lug 2013, 20:15
Località: Como / alto Lario
Contatta:
Re: il ratto e le vipere

Messaggio da Tiger Jack » 16 lug 2013, 12:22

grazie , indi ,, già già , ipotizzando , se uno prende una corda o cintura legata a un filo di nailol e la fa strisciare in simulazione , dovrebbe esserci lo stesso effetto .... mmm ? grazie , perchè facevo il ragionamento non tanto per il sangue freddo o caldo ma per la minima grandezza del animale ...
La teoria è quando si sa tutto e niente funziona. La pratica è quando tutto funziona e nessuno sa il perché. Noi abbiamo messo insieme la teoria e la pratica: non c'è niente che funzioni... e nessuno sa il perché!

Avatar utente
lorenzo lazzeri
Moderatore
Messaggi: 1758
Iscritto il: 12 nov 2012, 14:57
Re: il ratto e le vipere

Messaggio da lorenzo lazzeri » 16 lug 2013, 12:39

Questa è la mia idea ma non so se è giusta, aspetta che risponda qualche esperto di fototrappole, io ci capisco il giusto, teoricamente la fototrappola si attiva per un brusco cambiamento di temperatura causato da un animale in movimento rilevato da un sensore PIR molte sensibile, con un animale a sangue freddo credo che molto spesso il pir non riesca a rilevare nulla.

Avatar utente
pigrofalco
Consigliere Canislupus Italia
Messaggi: 6066
Iscritto il: 23 set 2008, 02:08
Località: Firenze
Re: il ratto e le vipere

Messaggio da pigrofalco » 16 lug 2013, 12:45

Tiger Jack ha scritto:grazie , indi ,, già già , ipotizzando , se uno prende una corda o cintura legata a un filo di nailol e la fa strisciare in simulazione , dovrebbe esserci lo stesso effetto .... mmm ? grazie , perchè facevo il ragionamento non tanto per il sangue freddo o caldo ma per la minima grandezza del animale ...
L'animale viene ripreso sempre, a patto che il trigger time lo consenta. Il sangue del serpente è relativamente 'freddo', cioè la sua temperatura è suscettibile di essere comunque intercettata dal sensore. Anche il semplice struscio di materiale inerte di fronte alla videocamera può azionare il sensore, perchè in grado di creare movimenti d'aria e conseguenti differenze di T°.
Alessio Pieragnoli, Consigliere Canislupus Italia.

"Percorse convinto le strade dell'equilibrio e ogni volta che si trovò di fronte al bivio che indicava l'onestà tirò dritto, pensando ad uno scherzo."

Avatar utente
lorenzo lazzeri
Moderatore
Messaggi: 1758
Iscritto il: 12 nov 2012, 14:57
Re: il ratto e le vipere

Messaggio da lorenzo lazzeri » 16 lug 2013, 12:53

pigrofalco ha scritto:
Tiger Jack ha scritto:grazie , indi ,, già già , ipotizzando , se uno prende una corda o cintura legata a un filo di nailol e la fa strisciare in simulazione , dovrebbe esserci lo stesso effetto .... mmm ? grazie , perchè facevo il ragionamento non tanto per il sangue freddo o caldo ma per la minima grandezza del animale ...
L'animale viene ripreso sempre, a patto che il trigger time lo consenta. Il sangue del serpente è relativamente 'freddo', cioè la sua temperatura è suscettibile di essere comunque intercettata dal sensore. Anche il semplice struscio di materiale inerte di fronte alla videocamera può azionare il sensore, perchè in grado di creare movimenti d'aria e conseguenti differenze di T°.
Infatti è quel che immaginavo pure io sennò non si spiegherebbe il motivo per cui si attiva al movimento di un ramo.. però sulle istruzione della ft ricordo che per i rettili c'era scritto un discorso analogo a quello che ho riportato sopra..

Avatar utente
Tiger Jack
Nuovo Utente
Messaggi: 8
Iscritto il: 15 lug 2013, 20:15
Località: Como / alto Lario
Contatta:
Re: il ratto e le vipere

Messaggio da Tiger Jack » 16 lug 2013, 13:38

grazie , bene non c'è che da farsi qualche esperimento ,in campo ma a "casa " prima del posizionamento , cose del tipo provare con animali a sangue freddo reperibili e simulare , svariate possibilità e chiaramente impostazione della macchina , grazie
La teoria è quando si sa tutto e niente funziona. La pratica è quando tutto funziona e nessuno sa il perché. Noi abbiamo messo insieme la teoria e la pratica: non c'è niente che funzioni... e nessuno sa il perché!

Avatar utente
Luciano
Consigliere Canislupus Italia
Messaggi: 2669
Iscritto il: 23 set 2010, 06:08
Re: Il ratto e le vipere

Messaggio da Luciano » 16 lug 2013, 19:05

Ho sempre pensato che le fototrappole venissero azionate in pratica dal movimento; ... si tratta (secondo me) sostanzialmente di rilevatori di movimento .... è il movimento che sollecita il PIR.
Non sono ne tecnico ne esperto ... quindi questa è solo l'idea che mi sono fatto (potrebbe tranquillamente essere sbagliata) ... sono convinto che il sensore pur non rilevando autonomamente il movimento ........ venga azionato dalle variazioni di temperatura provocate da qualsiasi movimento (forse un po' quello che ha già detto Alessio) ... molto più di quanto potrebbe avvenire da un corpo caldo immobile.

L.

Avatar utente
Duccio
Presidente Canislupus Italia
Messaggi: 6227
Iscritto il: 24 ago 2008, 14:52
Re: Il ratto e le vipere

Messaggio da Duccio » 22 lug 2013, 11:19

Il sensore effettua una scansione termica dell'area inquadrata ed è in grado di rilevare modificazioni temporali; se nella sua inquadratura ci sono dei cambiamenti "significativi" in termini di differenza di temperatura e velocità, attiva la ripresa. Quindi il serpente se è più freddo o più caldo dell'intorno e si muove con una certa velocità può attivare il sensore, altrimenti no. Per esperienza personale i ratti sono in grado, in certe condizioni e con certi sensori, di attivare i PIR, i serpenti no.
Duccio Berzi, Presidente Canislupus Italia.

"Che siete colti ve lo dite da voi. Avete letto tutti gli stessi libri. Non c'è nessuno che vi chieda qualcosa di diverso". D.L.Milani


Rispondi

Torna a “Off topic”