Internet, accesso diretto alla conoscenza, implicazioni.

Qualsiasi argomento non riguardante il Lupo
Rispondi
Avatar utente
pigrofalco
Consigliere Canislupus Italia
Messaggi: 6066
Iscritto il: 23 set 2008, 02:08
Località: Firenze
Internet, accesso diretto alla conoscenza, implicazioni.

Messaggio da pigrofalco » 09 feb 2013, 10:35

Marco Lucchesi ha scritto:
Buonasera!
Qui Marco Lucchesi, nuovo iscritto al forum.
Il dibattito suscitato nel CSDL dalla vicenda del lupo Dawa mi ha portato ad iscrivermi per dare il mio semplice contributo. Non tanto sulla vicenda, che mi pare sia stata abbondantemente "vivisezionata", quanto sullo strumento "forum" stesso.
Dico da subito che, nonostante la mia amicizia con Luciano, assiduo frequentatore di queste pagine e di altri forum, ho sempre diffidato di questa tecnologica metodologia di comunicazione. Secondo me essa, ancor più delle classiche "mailing list" (come la ben nota Lista Vertebrati), porta ad una prontezza di risposta alle "sollecitazioni" sollevate dai diversi argomenti affrontati, che assume quasi la velocità di una risposta orale. <<Questo è il bello di un forum>> penserete adesso...sì, è vero, ma il rovescio della medaglia è che, sovente, le risposte e le opinioni espresse non hanno subìto il dovuto processo di "decantazione" e ponderazione da parte di chi scrive, che certi argomenti delicati e spinosi richiederebbero.
[...]
ML

Buon giorno Lucchesi, la seguo brevemente nell'ot, poi magari se interessa spostiamo il tutto. Personalmente credo che uno dei temi sui quali dovremmo discutere oggi sia il rapporto tra l'accesso diretto alla conoscenza che l'internet ha concesso a tutti e la sottrazione di ruolo e identità sociali che tale accesso ha causato ai 'tecnici' e agli addetti al settore a vario titolo. Ad esempio quando sento l'OMS che denuncia l'uso "smodato" delle informazioni mediche su internet, penso a quante persone muoiono ogni anno a causa di farmaci prescritti da medici con la sua benedizione.

Benvenuto!

Alessio Pieragnoli
Alessio Pieragnoli, Consigliere Canislupus Italia.

"Percorse convinto le strade dell'equilibrio e ogni volta che si trovò di fronte al bivio che indicava l'onestà tirò dritto, pensando ad uno scherzo."

Avatar utente
Marco Lucchesi
Nuovo Utente
Messaggi: 39
Iscritto il: 05 feb 2013, 17:05
Località: Bagno di Romagna (FC)
Contatta:
Re: Internet, accesso diretto alla conoscenza, implicazioni.

Messaggio da Marco Lucchesi » 09 feb 2013, 10:36

Buonasera a lei ed a tutti gli utenti.
Credo che l'argomento relativo all'accesso "free", tramite la rete, di informazioni di ogni tipo, anche poco controllate dal punto di vista qualitativo, sia un buon argomento di dibattito.
Un argomento parallelo ma ad esso legato, a cui mi riferivo nel post precedente, è la sottile differenza tra "opinioni soggettive" e "informazioni oggettive" e la tendenza a ritenere le proprie opinioni delle "realtà inconfutabili". Questo vale anche per le "osservazioni" di tipo naturalistico-faunistico (che sono il sale di questo ed altri forum) che per assumere il ruolo di "dati" debbono essere raccolte, archiviate, analizzate all'interno di un processo di ricerca effettuata col metodo scientifico...cosa che sovente non è possibile per svariate ragioni.
Se gli utenti sono ben disposti sono d'accordo a dedicare uno spazio specifico a questi argomenti.
Un saluto.
ML

Avatar utente
poggioallorso
Utente Senior
Messaggi: 735
Iscritto il: 16 set 2010, 10:51
Località: appennini tosco-emiliani
Re: Internet, accesso diretto alla conoscenza, implicazioni.

Messaggio da poggioallorso » 09 feb 2013, 13:37

"Dico da subito che, nonostante la mia amicizia con Luciano, assiduo frequentatore di queste pagine e di altri forum, ho sempre diffidato di questa tecnologica metodologia di comunicazione. Secondo me essa, ancor più delle classiche "mailing list" (come la ben nota Lista Vertebrati), porta ad una prontezza di risposta alle "sollecitazioni" sollevate dai diversi argomenti affrontati, che assume quasi la velocità di una risposta orale. <<Questo è il bello di un forum>> penserete adesso...sì, è vero, ma il rovescio della medaglia è che, sovente, le risposte e le opinioni espresse non hanno subìto il dovuto processo di "decantazione" e ponderazione da parte di chi scrive, che certi argomenti delicati e spinosi richiederebbero."

queste parole di Marco mi hanno riportato a un paio di decenni addietro, quando, curiosa come una scimmia, feci dei corsi a dir poco "fuori dagli schemi", almeno per quell'epoca.. bene, in uno di essi, tutti seduti in cerchio a discuter di un argomento, potevamo parlare solo quando ci toccava il "bastone del comando", un curioso pezzo di legno addobbato come una mucca in fiera. e questo pezzo di legno faceva pigramente il suo giro obbligato, lento come un bradipo e senza curarsi di noi, a cui le parole scappavan di bocca... all'inizio mi innervosì, ma col tempo mi accorsi che proprio decantando i miei concetti o si spegnevano, o erano detti da qualcun'altro, cosicchè molte parole perdevano di utilità...
grazie di avermelo ricordato Marco! per il resto, dobbiamo sapere più che bene filtrare le informazioni ed essere particolarmente cauti...
Bea

Avatar utente
hycanus
Utente Master
Messaggi: 7055
Iscritto il: 23 set 2008, 01:55
Re: Internet, accesso diretto alla conoscenza, implicazioni.

Messaggio da hycanus » 09 feb 2013, 13:39

Marco Lucchesi ha scritto:Buonasera a lei ed a tutti gli utenti.
Credo che l'argomento relativo all'accesso "free", tramite la rete, di informazioni di ogni tipo, anche poco controllate dal punto di vista qualitativo, sia un buon argomento di dibattito.
Un argomento parallelo ma ad esso legato, a cui mi riferivo nel post precedente, è la sottile differenza tra "opinioni soggettive" e "informazioni oggettive" e la tendenza a ritenere le proprie opinioni delle "realtà inconfutabili". Questo vale anche per le "osservazioni" di tipo naturalistico-faunistico (che sono il sale di questo ed altri forum) che per assumere il ruolo di "dati" debbono essere raccolte, archiviate, analizzate all'interno di un processo di ricerca effettuata col metodo scientifico...cosa che sovente non è possibile per svariate ragioni.
Se gli utenti sono ben disposti sono d'accordo a dedicare uno spazio specifico a questi argomenti.
Un saluto.
ML
Dispostissimo! ;)
Sento questa mia vita che sfugge, ma che non sfugge, perché è parte della stessa vita di quegli alberi. Una cosa bellissima, il disfarsi nella vita del cosmo ed essere parte di tutto. (Tiziano Terzani)


Rispondi

Torna a “Off topic”