Parere urgente su collaborazione in radiocollaraggio.

Moderatore: giovanni1968

Rispondi
Avatar utente
pigrofalco
Consigliere Canislupus Italia
Messaggi: 6066
Iscritto il: 23 set 2008, 02:08
Località: Firenze
Re: Parere urgente su collaborazione in radiocollaraggio.

Messaggio da pigrofalco » 09 lug 2013, 18:09

La mia opinione... bel quadretto desolante e allo stesso tempo altamente indicativo di quali siano in casi del genere i processi e le priorità da gestire secondo taluni.
Alessio Pieragnoli, Consigliere Canislupus Italia.

"Percorse convinto le strade dell'equilibrio e ogni volta che si trovò di fronte al bivio che indicava l'onestà tirò dritto, pensando ad uno scherzo."

Avatar utente
the chemist
Consigliere Canislupus Italia
Messaggi: 272
Iscritto il: 11 gen 2011, 19:00
Re: Parere urgente su collaborazione in radiocollaraggio.

Messaggio da the chemist » 09 lug 2013, 19:50

A parte i vari screzi e così via vorrei confermare anche la mia posizione favorevole, già comunicata a Duccio durante il campo, e confermare anche l'impegno mio e degli altri ragazzi di ARiF, già ipotizzato da Luciano, per seguire il lupo con fototrappole ecc.. nel caso decidesse di sconfinare in Romagna.

Detto questo un ultima osservazione: perché certa gente non pensa al bene degli animali anziché al proprio???
Giacomo Gaudenzi, Consigliere Canislupus Italia.

http://giacomogaudenzi.weebly.com/index.html

Avatar utente
Luciano
Consigliere Canislupus Italia
Messaggi: 2670
Iscritto il: 23 set 2010, 06:08
Re: Parere urgente su collaborazione in radiocollaraggio.

Messaggio da Luciano » 09 lug 2013, 22:49

.... Ti anticipo solo che la titolarità dei dati non implica in nessun modo l'uso esclusivo degli stessi da parte del PNATE, altrimenti avremmo dettato condizioni diverse (come mi pare sia già accaduto in altre occasioni .....
Parlare di proprietà (o titolarità) dei dati ... è una cosa abominevole!
I dati dovrebbero essere acquisiti da un determinato "gruppo di lavoro" ... e poi essere a disposizione di tutti .... utilizzabili da tutti semplicemente citando la fonte!
Cosa significa dettare altre condizioni?
Imporre le proprie necessità ... solo perchè si mette a disposizione un radiocollare? ... ignorando tutto il lavoro fatto dal personale che ha recuperato e curato la lupa ... e anche la lupa stessa? ... ma complimentoni Sig. Reggioni! :evil:

.... mettiamo a disposizione il radio collare per un animale trovato all'esterno del PNATE senza essere tenuti a farlo, paghiamo il traffico dei dati per un animale che non "vive" nel parco, spendiamo soldi dell'ente parco (benzina, tempo del personale dell'ente) ecc ecc ....
Qui si tocca davvero il fondo: ... certo che, dato che la lupa si è macchiata della gravissima colpa di non essersi fatta trovare all'interno del parco ... e per giunta di non viverci neppure, .... perchè mai dovrebbero sprecare risorse per ... qualsiasi cosa? A loro scoccia spendere soldi e tempo dell'Ente per occuparsi della lupa, .... noi di tempi e soldi spenderemmo i nostri ... molto volentieri!
Perchè allora non si levano dalle balle e lasciano fare le cose a chi ha voglia, passione e anche competenza?

...... è stata ritrovata molto lontano dal confine con quella provincia e in quell'occasione nessuno a fatto riferimento all'associazione di Duccio .....
Ha fatto si scrive con l'h ... :lol: .... capito Willy :roll:

L

Avatar utente
giovanni1968
VicePresidente Canislupus Italia
Messaggi: 931
Iscritto il: 10 feb 2009, 15:53
Re: Parere urgente su collaborazione in radiocollaraggio.

Messaggio da giovanni1968 » 10 lug 2013, 15:07

Per esperienza personale vi dico che sono molto bravi a ricevere + che condividere informazioni.
Ciò detto credo che sarebbe una bella esperienza per l’associazione e potremmo avere dei dati certi,sono favorevole ma stiamo attenti a non essere “sfruttati” e liquidati con un bel grazie.

G.
Giovanni Grossi, Vicepresidente Canislupus Italia.

"Le parole sono come le foglie, quando sono troppe difficilmente nascondono un frutto." Alexander Pope

Avatar utente
Michelangelo
Consigliere Canislupus Italia
Messaggi: 837
Iscritto il: 29 gen 2012, 19:36
Re: Parere urgente su collaborazione in radiocollaraggio.

Messaggio da Michelangelo » 11 lug 2013, 07:47

Io non conosco personalmente questo signor Willy, ma quello che emerge dallo scambio di mail tra lui e la signorina Elisa è secondo me solo una strategia per mostrarsi collaborativi ma senza esserlo e comunque si denota la loro volontà di essere i coordinatori del progetto. Positiva è la presa di parte di Elisa Verso Duccio e L'associazione, a dimostrazione dell'ottimo lavoro fatto dal Ns presidente. Purtroppo al momento il radiocollare lo ha la Wac e mi pare che lo usino come strumento di ricatto.
Io sono d'accordo con Federico nel tentare un azione di Found Rising. Chiedo una cosa però, oltre che poche persone tipo Duccio o Luciano che però immagino abbiano già abbastanza impegni; esistono nell'associazione persone in grado di gestire l'utilizzo di un radio collare? mi spiego meglio, è vero che poi sarà la lupa a scarrozzarlo in giro, ma di controparte che tipologia di impegno richiede il monitoraggio?

P.s. Il signor Willy identifica l'associazione di Duccio come inerente alla provincia di Firenze: Bisognerebbe spiegargli che Canis lupus è costituita da membri di tutta La penisola.

Cito Willy
Ora in ragione dell’impossibilità di “reclutare” Duccio in quanto
> rappresentante di un Ente competente in materia, a mio parere, la
> soluzione migliore è che l'associazione non sia tra i firmatari della
> convenzione, in quanto si farebbe molta fatica a giustificare
> formalmente la sua presenza tra i firmatari dell'accordo (chiunque
> potrebbe obiettare perché quella e non altre; ti ricordo che tutti i
> nostri atti sono sottoposti a controlli da parte del Ministero
> dell’Ambiente, che controlla anche le nostre spese!), ma si potrebbe
> invece prevedere nell'accordo in forma esplicita l'autorizzazione alla
> trasmissione dei dati anche all'associazione di Duccio (giustificandola
> un minimo) ed in questo modo tutto è fatto salvo: la forma e la
> sostanza!

Questa discorso indica chiaramente la paura di Wac di non figurare come unico ente a gestire il progetto. Come lui dice che sarebbe difficile giustificare perchè Canislupus e non altre a me verrebbe da pensare anche il contrario. Perchè Wac e non altre?

Vogliamo provare a non dargliela vinta?
Michelangelo Angeloni, Consigliere Canislupus Italia.

"È inutile per la pecora essere a favore del vegetarianismo mentre il lupo continua ad avere un'opinione diversa."

Avatar utente
Federico
Webmaster
Messaggi: 5655
Iscritto il: 04 set 2008, 01:14
Località: Prato
Re: Parere urgente su collaborazione in radiocollaraggio.

Messaggio da Federico » 11 lug 2013, 09:13

Michelangelo ha scritto: Chiedo una cosa però, oltre che poche persone tipo Duccio o Luciano che però immagino abbiano già abbastanza impegni; esistono nell'associazione persone in grado di gestire l'utilizzo di un radio collare? mi spiego meglio, è vero che poi sarà la lupa a scarrozzarlo in giro, ma di controparte che tipologia di impegno richiede il monitoraggio?
Il radiocollare, una volta configurato ed appeso al collo, inizia a memorizzare tramite GPS la posizione dell'animale ad intervalli prestabiliti.
Sempre dd intervalli prestabiliti, se c'è copertura di segnale cellulare, i dati raccolti vengono trasmessi via SMS ad un numero anch'esso configurato nel radiocollare.
L'impegno in questo caso è quello di prendere questi dati una volta ricevuti e georeferenziarli, operazione piuttosto banale.
Alcuni tipi di radiocollare, oltre al GPS, hanno anche un trasmettitore UHF (?), in questo modo tramite operatori sul territorio e con appositi strumenti è possibile ricavare la posizione del soggetto, questo ovviamente richiede uno sforzo molto maggiore di risorse, sia umane che tecniche.
Ma queste sono operazioni che si effettuano solo in particolari casi presumo.

Per farla breve, qualsiasi persona che ha dimestichezza con un PC e conosce anche superficialmente un software per la georeferenziazione (basta anche Google Earth), può tranquillamente prendersi l'impegno di acquisire i dati.

Poi naturalmente grazie a questi dati, sapendo con esattezza dove si trova il soggetto, è possibile mirare il monitoraggio tramite foto-videotrappole concentrandosi nelle arree di frequentazione.
Qui entrano in gioco i "locali", che siano ricercatori o semplici appassionati, dotati di strumenti di rilevazione.

Non mi viene in mente altro, prego integrare e/o correggere...grazie!
Federico
Il lupo non è né buono né cattivo, ma è lì, splendido come la natura selvaggia, e vuole restare libero.

Avatar utente
Michelangelo
Consigliere Canislupus Italia
Messaggi: 837
Iscritto il: 29 gen 2012, 19:36
Re: Parere urgente su collaborazione in radiocollaraggio.

Messaggio da Michelangelo » 11 lug 2013, 09:35

Grazie Federico della precisa risposta :D :D

Quindi se riuscissimo a reperire un radio collare potremmo anche noi farci avanti come soggetto alla pari di WAC?
Michelangelo Angeloni, Consigliere Canislupus Italia.

"È inutile per la pecora essere a favore del vegetarianismo mentre il lupo continua ad avere un'opinione diversa."

Avatar utente
pigrofalco
Consigliere Canislupus Italia
Messaggi: 6066
Iscritto il: 23 set 2008, 02:08
Località: Firenze
Accessibilità di ricerche/studi fatti con soldi pubblici

Messaggio da pigrofalco » 11 lug 2013, 11:22

Luciano ha scritto:I dati dovrebbero essere acquisiti da un determinato "gruppo di lavoro" ... e poi essere a disposizione di tutti .... utilizzabili da tutti semplicemente citando la fonte!
Credo che il problema centrale sia questo, ovvero dare il via al cambiamento dalla posizione attuale (di enti di ricerca, università e/o soggetti pubblici a vario titolo) di "possesso" in relazione a risultati di studi e ricerche condotti con soldi pubblici, verso quella di "condivisione".

Gli input comunitari esistono già:

viewtopic.php?f=17&t=4549&p=43854&hilit ... pea#p43854

In inghilterra :

http://salute.aduc.it/notizia/ricerche+ ... 125848.php

In Usa esistono da molti anni leggi federali che prevedono l'open access incondizionato per i risultati di studi condotti con soldi pubblici:
http://www.foreffectivegov.org/node/826

http://www.fas.org/sgp/crs/secrecy/R42983.pdf

Dobbiamo semplicemente rifiutare questo giocare al risiko con ambiti gestionali fittizi e indebiti, creati a suon di burocrazia normativa e di prassi deteriori, queste sì condivise.
Alessio Pieragnoli, Consigliere Canislupus Italia.

"Percorse convinto le strade dell'equilibrio e ogni volta che si trovò di fronte al bivio che indicava l'onestà tirò dritto, pensando ad uno scherzo."

Avatar utente
hycanus
Utente Master
Messaggi: 7056
Iscritto il: 23 set 2008, 01:55
Re: Parere urgente su collaborazione in radiocollaraggio.

Messaggio da hycanus » 11 lug 2013, 13:19

Michelangelo ha scritto:
Quindi se riuscissimo a reperire un radio collare potremmo anche noi farci avanti come soggetto alla pari di WAC?
La proposta di Federico è estremamente interessante, mi domando tuttavia quali possano essere i tempi per poter racimolare un importo adeguato a coprire l' acquisto di un radiocollare satellitare, e nel caso quanto ulteriore tempo occorre per renderlo operativamente disponibile.
Perchè il problema fondamentale è il tempo...quella lupa non può stare troppo tempo rinchiusa in un recinto ed alimentata artificialmente, pena la perdita dei meccanismi sia appresi in natura sia istintuali che le permetterebbero la sopravvivenza. Io credo che oltre un certo limite di tempo sia impossibile o quantomeno rischioso da un punto di vista di autosostentamento, reinserirla nel suo ambiente naturale. Come è successo con Pasqualino insomma, che adesso è in un recinto del CFS di Popoli.
Sento questa mia vita che sfugge, ma che non sfugge, perché è parte della stessa vita di quegli alberi. Una cosa bellissima, il disfarsi nella vita del cosmo ed essere parte di tutto. (Tiziano Terzani)

Avatar utente
pigrofalco
Consigliere Canislupus Italia
Messaggi: 6066
Iscritto il: 23 set 2008, 02:08
Località: Firenze
Re: Parere urgente su collaborazione in radiocollaraggio.

Messaggio da pigrofalco » 11 lug 2013, 14:14

Federico ha scritto:Sono daccordo con Luciano, l'Italia va a rotoli anche per colpa di gente come questa...è venuto il tempo di avere il coraggio di mandare affanculo certi personaggi...basta...a zappare la terra mioddio...

Tornando al discorso che facevo in precedenza, una delle piattaforme italiane dedicate al fundraising (raccolta fondi) è questa:
http://www.buonacausa.org/nonprofit

Informazioni su come ricevere i pagamenti con Paypal:
http://www.buonacausa.org/blog/donazion ... i-credito/
Buona idea, ma perchè non concretizzarla direttamente sul nuovo sito implementando il pagamento con paypal di cui abbiamo parlato molte volte in passato ?
Alessio Pieragnoli, Consigliere Canislupus Italia.

"Percorse convinto le strade dell'equilibrio e ogni volta che si trovò di fronte al bivio che indicava l'onestà tirò dritto, pensando ad uno scherzo."


Rispondi

Torna a “Comunicazioni”