Sul ruolo di Duccio in associazione.

Moderatore: giovanni1968

Avatar utente
pigrofalco
Consigliere Canislupus Italia
Messaggi: 6066
Iscritto il: 23 set 2008, 02:08
Località: Firenze
Sul ruolo di Duccio in associazione.

Messaggio da pigrofalco » 06 feb 2013, 12:43

Dunque, fatto salvo evidentemente il sacrosanto diritto per ognuno di fare liberamente ciò che vuole, personalmente credo che Duccio debba (e non possa) rimanere con un ruolo attivo nell'associazione, spiego perchè.

L'associazione è fatta da volontari che (cito le attività più importanti):

a)Portano il loro contributo quotidiano alla crescita di uno spazio di approfondimento direi unico su web per quantità di informazioni e possibilità di accesso e discussione anche per i non addetti, non solo in Italia.

b)Programmano e presentano sul territorio serate, incontri, didattiche.

c)Organizzano e conducono a livello nazionale 'campi'.

Duccio riveste il doppio ruolo di presidente dell'associazione non-profit Canislupus Italia (nonchè promotore della stessa) e però anche quello di libero professionista con partita Iva, in grado quindi di ricevere commesse, da parte di enti e figure istituzionali varie, per lo studio del lupo.

Questa dualità determina a mio avviso un 'conflitto' evidente, da una parte l'attività dei volontari che crea e sedimenta un'immagine direi nettamente positiva di Canislupus Italia, dall'altra lo studioso Duccio Berzi che si trova di fatto nella posizione di poter beneficiare anche come libero professionista dell'attività dei volontari, essendo il nome Canislupus Italia (come lo era stato prima il C.S.D.L.) immediatamente riconducibile a lui.

Questo è un male? Ovviamente no. E' fisiologico che possa accadere e anzi credo costituisca vanto e orgoglio per i volontari contribuire a diffondere la visibilità di CLI attraverso la sensibilizzazione, lo studio e la promozione del virtuosismo etico-ambientale. E' però a mio avviso inevitabile e lapalissiano che qualunque ente si riferisca al dott. Berzi nel proporgli il finanziamento di uno studio sul lupo nel proprio territorio giurisdizionale, possa considerare un valore aggiunto a costo zero l'attività che i volontari dell'associazione andrebbero comunque a fare su quel territorio, 'spalmando' di fatto quel finanziamento in diverse attività di educazione e sensibilizzazione sociale.

Se questo è evidente, come a me pare, allora io ritengo non plausibile (ma perfettamente lecito d'altra parte) che nella posizione suddetta Duccio possa pensare di dismettere qualunque ruolo attivo in associazione. Nessuno, tantomeno io, allude o prefigura di monetizzare la propria partecipazione a CLI che continuerà gioiosa nella veste di volontario, credo però opportuno che Duccio si renda consapevole del ruolo dualistico che lo contraddistingue per 'sanare' il quale è sufficiente rimanere a lavorare insieme ai volontari in associazione.
Alessio Pieragnoli, Consigliere Canislupus Italia.

"Percorse convinto le strade dell'equilibrio e ogni volta che si trovò di fronte al bivio che indicava l'onestà tirò dritto, pensando ad uno scherzo."

Avatar utente
Duccio
Presidente Canislupus Italia
Messaggi: 6227
Iscritto il: 24 ago 2008, 14:52
Re: Sul ruolo di Duccio in associazione.

Messaggio da Duccio » 07 feb 2013, 10:52

Prego tutti di esprimersi su questo punto, credo vitale per l'Associazione.
Per quanto mi riguarda appena ho un po' di tempo proverò a scrivere quello che penso.
Duccio Berzi, Presidente Canislupus Italia.

"Che siete colti ve lo dite da voi. Avete letto tutti gli stessi libri. Non c'è nessuno che vi chieda qualcosa di diverso". D.L.Milani

Avatar utente
giovanni1968
VicePresidente Canislupus Italia
Messaggi: 931
Iscritto il: 10 feb 2009, 15:53
Re: Sul ruolo di Duccio in associazione.

Messaggio da giovanni1968 » 07 feb 2013, 12:41

Colgo l'invito di Duccio per dire la mia.
Il fatto che Il Dott. Berzi tragga un beneficio indiretto dall' associazione non credo sia un problema.
La cosa sarebbe, a mio avviso assai diversa, se venisse utilizzato il lavoro svolto volontariamente dai soci (alla stessa associazione) e fatturato da Duccio.
Il CLI trae beneficio a sua volta dal lavoro di Duccio in visibilità, credibilità e conoscienze. Il conflitto di interessi è diffuso in italia ma mi pare che non sia questo il caso.
L'amico Luciano ad esempio ha svolto lavori per vari enti (credo ma non so) remunerati. Se mi chiedete: "può ricoprire un incarico al CLI ?" io risponderei senza esitare: "si".

Insomma, mi sa un pò pochino per liquidare Duccio. Se poi cè altro e non è ancora emerso sono pronto a cambiare opinione.

ciao a tutti

PS Credo che il consiglio dovrebbe votare formalmente una fiducia o sfiducia al presidente
Giovanni Grossi, Vicepresidente Canislupus Italia.

"Le parole sono come le foglie, quando sono troppe difficilmente nascondono un frutto." Alexander Pope

Avatar utente
Luciano
Consigliere Canislupus Italia
Messaggi: 2669
Iscritto il: 23 set 2010, 06:08
Re: Sul ruolo di Duccio in associazione.

Messaggio da Luciano » 07 feb 2013, 12:47

La questione sollevata ... mi pare ad ogni modo importante
Ci penserò un po' su ... e diro ciò che penso a breve.
giovanni1968 ha scritto: .... Insomma, mi sa un pò pochino per liquidare Duccio. .....
Forse non hai letto attentamente il messaggio di Alessio; .... mi pare che le sue intenziondi ... vadano nella direzione contraria e che sia invece Duccio ad avere necessita di un certo "disimpegno"

L.

Avatar utente
giovanni1968
VicePresidente Canislupus Italia
Messaggi: 931
Iscritto il: 10 feb 2009, 15:53
Re: Sul ruolo di Duccio in associazione.

Messaggio da giovanni1968 » 07 feb 2013, 18:12

Forse non hai letto attentamente il messaggio di Alessio; .... mi pare che le sue intenziondi ... vadano nella direzione contraria e che sia invece Duccio ad avere necessita di un certo "disimpegno"
Ciao,con molta diplomazia si può dire anche cosi.
Giovanni Grossi, Vicepresidente Canislupus Italia.

"Le parole sono come le foglie, quando sono troppe difficilmente nascondono un frutto." Alexander Pope

Avatar utente
pigrofalco
Consigliere Canislupus Italia
Messaggi: 6066
Iscritto il: 23 set 2008, 02:08
Località: Firenze
Re: Sul ruolo di Duccio in associazione.

Messaggio da pigrofalco » 08 feb 2013, 13:05

giovanni1968 ha scritto:
Forse non hai letto attentamente il messaggio di Alessio; .... mi pare che le sue intenziondi ... vadano nella direzione contraria e che sia invece Duccio ad avere necessita di un certo "disimpegno"
Ciao, con molta diplomazia si può dire anche cosi.
Ciao Giovanni, confermo quanto dice Luciano, probabilmente si tratta di un equivoco, da parte mia nessuna intenzione di "liquidare" Duccio, anzi, l'esatto opposto.
Alessio Pieragnoli, Consigliere Canislupus Italia.

"Percorse convinto le strade dell'equilibrio e ogni volta che si trovò di fronte al bivio che indicava l'onestà tirò dritto, pensando ad uno scherzo."

Avatar utente
giovanni1968
VicePresidente Canislupus Italia
Messaggi: 931
Iscritto il: 10 feb 2009, 15:53
Re: Sul ruolo di Duccio in associazione.

Messaggio da giovanni1968 » 08 feb 2013, 14:32

Ciao Alessio,allora non ho capito una mazza :mrgreen: .
proverò a rileggere con calma.

ciao
Giovanni Grossi, Vicepresidente Canislupus Italia.

"Le parole sono come le foglie, quando sono troppe difficilmente nascondono un frutto." Alexander Pope

Avatar utente
hycanus
Utente Master
Messaggi: 7055
Iscritto il: 23 set 2008, 01:55
Re: Sul ruolo di Duccio in associazione.

Messaggio da hycanus » 09 feb 2013, 13:36

Le considerazioni di Alessio possono essere condivise o meno, ma a mio avviso non sono così rilevanti. Lo è invece che Duccio rimanga nell' associazione a pieno titolo e con il ruolo che ha rivestito fino adesso. Trovo questa precisazione imprescindibile per il futuro di Canislupus Italia. Mi sembra che in definitiva le conclusioni siano le stesse.
Sento questa mia vita che sfugge, ma che non sfugge, perché è parte della stessa vita di quegli alberi. Una cosa bellissima, il disfarsi nella vita del cosmo ed essere parte di tutto. (Tiziano Terzani)

Avatar utente
DanieleC
Utente Master
Messaggi: 4247
Iscritto il: 23 set 2008, 01:53
Località: Val di Cornia (LI)
Contatta:
Re: Sul ruolo di Duccio in associazione.

Messaggio da DanieleC » 09 feb 2013, 13:54

Mi farebbe estremamente piacere che Duccio rimanga in associazione "è una sua creatura" se ha più o meno tempo questo vedremo ..
bene che faccia il presidente...se poi si vuole togliere da questa carica per qualsiasi motivo...rimane comunque per quel che mi riguarda
il presidente onorario.
Ascoltateli. I figli della notte... quale dolce musica emettono. (Dracula di Bram Stoker)
Natura e fotografia naturalistica.
Alta Maremma Camera Trapping

Avatar utente
vigorius
Consigliere Canislupus Italia
Messaggi: 1549
Iscritto il: 09 giu 2009, 22:08
Località: Prato
Re: Sul ruolo di Duccio in associazione.

Messaggio da vigorius » 09 feb 2013, 20:13

sono d'accordo in toto con Daniele e Luca.
Saverio Gori, Consigliere Canislupus Italia.

"Chi più alto sale, più lontano vede; chi più lontano vede, più a lungo sogna" Walter Bonatti


Rispondi

Torna a “Comunicazioni”