Cominciamo a ragionare sul Regolamente Interno

Sezione dedicata alla gestione dell'associazione

Moderatore: giovanni1968

Avatar utente
Luciano
Consigliere Canislupus Italia
Messaggi: 2669
Iscritto il: 23 set 2010, 06:08
Re: Cominciamo a ragionare sul Regolamente Interno

Messaggio da Luciano » 11 feb 2013, 16:09

Duccio ha scritto:
2) L’assicurazione è valida per tutte le attività inerenti ogni progetto approvato dal C.D.
no.... l'assicurazione è valida per il contratto che abbiamo stipulato...!
Va bene ... non avendo riletto il contratto ... ero convinto che coprisse le attività sociali degli iscritti (vedi campi) ... se non è così ... modifichiamo

L.

Ho dato un'ochiata al contratto ....
Art. 19 - INFORTUNI SUBITI DALLE PERSONE (NON DIPENDENTI) CHE PARTECIPANO ALLE ATTIVITA’ PER LE QUALI E’ PRESTATA L’ASSICURAZIONE – DANNI A TERZI
A parziale deroga di quanto previsto dal precedente art. 17 lettera c), viene riconosciuta la qualifica di terzi alle persone – per le quali
non vale la garanzia R.C.O. e delle quali l’Assicurato si avvalga nel rispetto della vigente legislazione - che, indipendentemente dalla natura del loro rapporto con l’Assicurato (a titolo puramente esemplificativo, ma non limitativo:
a) i lavoratori occasionali;
b) i prestatori di lavoro temporaneo di cui alla legge 196/97;
c) le persone della cui opera l’Assicurato si avvale in forma saltuaria ed occasionale;
d) i consulenti esterni;
e) gli stagisti, i corsisti, gli studenti, i borsisti, i tirocinanti e figure similari;
f) i volontari, gli aderenti iscritti al Contraente, i membri degli organi direttivi del Contraente, i soggetti inseriti ai sensi del D.Lgs.
468/97 - lavoratori socialmente utili - , i soggetti che svolgono il servizio civile;
g) gli assistiti ed in genere i fruitori dei servizi del Contraente;
h) eventuali altre figure introdotte dal Legislatore nell’ambito delle organizzazioni di volontariato e dell’associazionismo in genere), subiscano il danno in conseguenza della loro partecipazione alle attività per le quali è prestata l’assicurazione limitatamente ai casi di
morte e di lesioni personali (comprese le malattie professionali come previsto dal precedente art. 15). Anche nel caso in cui l’INAIL
esercitasse l’azione surrogatoria ex art. 1916 del Codice Civile, le suddette persone saranno considerate terzi.
Modello RCD 002 CAES (Ed. settembre 2010) 4
La garanzia R.C.T. è estesa alla responsabilità civile che ricada sull’Assicurato per i danni corporali e materiali cagionati a terzi dagli stessi mentre attendono a lavori e attività per conto dell’Assicurato. Agli effetti di questa estensione di garanzia sono considerati terzi anche i dipendenti, i lavoratori parasubordinati, nonché tutte le altre persone che partecipano alle attività per le quali è prestata l’assicurazione, semprechè dall’evento derivino la morte o lesioni personali.
A me pare che, .... essendo coperte le figure di cui sopra .... di cui l'assicurato (associazione) si avvalga per svolgere le proprie attività, ... ed essendo le "proprie attivita" necessariamente sottoposte ad approvazione del CD ... l'Art. 16 non faccia una grinza ....
1) Canislupus Italia assicura i propri soci per le attività approvate a norma delle vigenti disposizioni di legge.
2) L’assicurazione è valida per tutte le attività inerenti ogni progetto approvato dal C.D.
altri pareri?

L.

Avatar utente
Luciano
Consigliere Canislupus Italia
Messaggi: 2669
Iscritto il: 23 set 2010, 06:08
Re: Cominciamo a ragionare sul Regolamente Interno

Messaggio da Luciano » 11 feb 2013, 16:38

Porcaccia miseria ... mi è sparito il messaggio di risposta a Duccio :o
Forse ho cliccato Modifica invece di quota .... e mi sono autocancellato! :roll:

Va beh ... lo rifo :D

L.

Avatar utente
Luciano
Consigliere Canislupus Italia
Messaggi: 2669
Iscritto il: 23 set 2010, 06:08
Re: Cominciamo a ragionare sul Regolamente Interno

Messaggio da Luciano » 11 feb 2013, 17:03

Duccio ha scritto:
d) soci benemeriti (soci nominati tali dall’Assemblea per meriti particolari, acquisiti a seguito di azioni compiute a favore dell’Associazione)
ricordiamoci che deleghiamo l'assemblea dei soci a esprimersi. Lo trovo un pò impegnativo.


Giusta osservazione; potremmo sostituire "soci nominati tali dall’Assemblea" ... con "soci nominati tali dal Consiglio Direttivo". Se nessuno ha obiezioni ... lo modifico direttamente

Duccio ha scritto:
4) unitamente alla domanda di adesione, l’aspirante socio dovrà firmare un’autocertificazione che dichiara che lo stesso non abbia commesso violazioni di rilevanza penale in merito alle leggi sulla attività venatoria, sulla protezione dell’ambiente.
troviamo una formula attraverso un form ed una procedura d'iscrizione ben costruita per non complicare la gestione delle iscrizioni
Era quello che pensavo anch'io; occorre predisporre un modulo d'iscrizione che contenga già la liberatoria sul trattamento dei dati (privacy) ... e la dichiarazione di cui sopra.

Duccio ha scritto:
4) Sull'ammissione dei nuovi Soci, decide il Consiglio Direttivo;
sono contrario, vuol dire complicare ancora di più le cose che già oggi non riusciamo a fare decorosamente
Qualcuno dovrà valutare le domande di ammissione; farlo fare al CD mi pare la cosa più sicura e rapida (farlo fare all'assemblea si andrebbe su tempi biblici ... l'assemblea valuta eventuali ricorsi). Sarebbe eticamente scorretto ... e non proprio ortodosso, che la valutazione venisse fatta da una singola persona.

Duccio ha scritto:
b) per non aver effettuato il versamento della quota associativa da almeno due anni;

secondo me basta un anno....
Si può convenire! ... e che, avendo valutato la nostra tempistica ... da bradipi :roll: ... ho pensato che due anni fosse un arco di tempo che ci mette al riparo da eventuali "dimenticanze" dei soci ... e nostre negligenze nel comunicare le insolvenze (se altri sono d'accordo di accorciare ... accorciamo!)

Duccio ha scritto:
1) Il Consiglio Direttivo è eletto dall’Assemblea dei soci ed è composto da un numero di membri non inferiore a cinque e non superiore a quindici.
Considerando che le cariche sono 4 (presidente, vice, tesoriere, segretario), chi è il 5° del CD? Deve essere votato dall'AdS
Il consiglio direttivo elegge al suo interno le cariche sociali, essendo queste quattro .... il numero minimo minimo è 4 .... ho messo cinque per avere un piccolo margine su eventuali cariche aggiuntive; il numero massimo l'ho messo a casaccio ... pensando di non esagerare .. e di mantenere un numero "gestibile". Di fatto non capisco bene la tua perplessità; quanti membri del CD siamo attualmente? Se non erro lo stesso numero dei soci fondatori ... d'altronde il primo consiglio direttivo coincide necessariamente con i soci fondatori (in attesa del consiglio regolarmente eletto)
Facciamo un esempio: alla prima riunione utile dell'Ads ... si presenta una lista di candidati alla carica di consigliere (possono candidarsi anche tutti i soci) e si effettuano le votazioni; queste genereranno una sorta di "classifica" dei candidati più votati. Se si è stabilito che i membri del cd sono ... 9, si prendono i primi nove nomi di quella classifica .... e quello è il Consiglio direttivo; al suo interno elegge le cariche sociali (possibilmente rispettando la graduatoria votata dall'assemblea).

L.
Ultima modifica di Luciano il 11 feb 2013, 17:07, modificato 2 volte in totale.

Avatar utente
pigrofalco
Consigliere Canislupus Italia
Messaggi: 6066
Iscritto il: 23 set 2008, 02:08
Località: Firenze
Re: Cominciamo a ragionare sul Regolamente Interno

Messaggio da pigrofalco » 11 feb 2013, 17:04

Luciano ha scritto:
pigrofalco ha scritto: ... Dopo rilettura attenta, personalmente snellirei le modalità di modifica del regolamento (art.2 delle "Disposizioni preliminari") lasciando questa facoltà al solo consiglio direttivo senza coinvolgimento dei soci, perchè avere un terzo delle firme dei soci risulterebbe a mio avviso pressochè impossibile, così come far votare le modifiche in tempo utile dall'assemblea dei soci (tempo utile perchè la modifica venga implementata senza ingolfamento nei tempi, già ingolfati di suo come vedete)
Forse questo passaggio risulta poco chiaro ... e occorre renderlo più comprensibile.
Nelle mie intenzioni la prima stesura è a cura del CD ... ed è immediatamente operativa (come tutte le delibere del CD) ... viene poi presentata in assemblea generale per la ratifica finale ( per esperienza personale ... posso dire che questo passaggio è praticamente un "proforma").
Successive modifiche, integrazioni e variazioni ... possono essere proposte ed effettuate:
con la stessa procedura ... sempre dal CD;
oppure da un gruppo di soci che rappresentino almeno un terzo dell'assemblea generale .... in quest'ultimo caso l'assemblea deve approvare le modifiche .. prima che diventino esecutive.
Sì, io eliminerei il passaggio in ads perchè soprattutto in questa fase iniziale le modifiche occorrenti al regolamento potrebbero essere varie e solitamente si scoprono meglio in corso d'opera, per cui nel primo anno potrebbe verificarsi la necessità di sottoporre al totale dei soci o anche solo ad una parte di questi una serie non indifferente di modifiche da ratificare.
Alessio Pieragnoli, Consigliere Canislupus Italia.

"Percorse convinto le strade dell'equilibrio e ogni volta che si trovò di fronte al bivio che indicava l'onestà tirò dritto, pensando ad uno scherzo."

Avatar utente
Luciano
Consigliere Canislupus Italia
Messaggi: 2669
Iscritto il: 23 set 2010, 06:08
Re: Cominciamo a ragionare sul Regolamente Interno

Messaggio da Luciano » 11 feb 2013, 22:01

pigrofalco ha scritto: Sì, io eliminerei il passaggio in ads perchè soprattutto in questa fase iniziale le modifiche occorrenti al regolamento potrebbero essere varie e solitamente si scoprono meglio in corso d'opera, per cui nel primo anno potrebbe verificarsi la necessità di sottoporre al totale dei soci o anche solo ad una parte di questi una serie non indifferente di modifiche da ratificare.
Questo è senz'altro vero, ... considera però che togliendo la ratifica dell'AdS, il Cd ha il potere di modificare il regolamento interno a suo piacimento (e volendo essere maligni ... a suo "uso e consumo") ... inoltre, pur se probabilmente vero che si presenteranno (anche da subito) modifiche da fare, ... le stesse possono essere apportate direttamente dal CD .... divenire immediatamente operative ... ed essere sottoposte a ratifica "globalmente" nel corso della successiva AdS (solitamente le modifiche che risultano ragionevoli ... non generano neppure dibattito e vengono approvate rapidamente).
Aspettiamo magari qualche altro parere .... poi proviamo a fare la bozza definitiva su cui discutere Sabato.

L.

Avatar utente
Luciano
Consigliere Canislupus Italia
Messaggi: 2669
Iscritto il: 23 set 2010, 06:08
Re: Cominciamo a ragionare sul Regolamente Interno

Messaggio da Luciano » 13 feb 2013, 21:00

Luciano ha scritto:
Duccio ha scritto: ..... Per quanto riguarda i soci giovani anche in questo caso è già stabilito che pagano meno. ....
D'accordo, ... in tal caso va scritto nel regolamento; ... sarebbe quindi opportuno conoscere la differenza di importo (anche percentuale) fra socio ordinario e socio giovane, .... oppure indicare semplicemente che i soci giovani avranno delle agevolazioni ... che saranno annualmente decise dal consiglio. ...
Pregherei chi conosce la differenza di tale quota di comunicarmela ... o di provvedere direttamente ad aggiungere la nota nel R.I.

L.

Avatar utente
Federico
Webmaster
Messaggi: 5655
Iscritto il: 04 set 2008, 01:14
Località: Prato
Re: Cominciamo a ragionare sul Regolamente Interno

Messaggio da Federico » 14 feb 2013, 09:10

Luciano ha scritto:
Luciano ha scritto:
Duccio ha scritto: ..... Per quanto riguarda i soci giovani anche in questo caso è già stabilito che pagano meno. ....
D'accordo, ... in tal caso va scritto nel regolamento; ... sarebbe quindi opportuno conoscere la differenza di importo (anche percentuale) fra socio ordinario e socio giovane, .... oppure indicare semplicemente che i soci giovani avranno delle agevolazioni ... che saranno annualmente decise dal consiglio. ...
Pregherei chi conosce la differenza di tale quota di comunicarmela ... o di provvedere direttamente ad aggiungere la nota nel R.I.

L.
Ho editato il documento aggiungendo le quote.
Federico
Il lupo non è né buono né cattivo, ma è lì, splendido come la natura selvaggia, e vuole restare libero.

Avatar utente
Luciano
Consigliere Canislupus Italia
Messaggi: 2669
Iscritto il: 23 set 2010, 06:08
Re: Cominciamo a ragionare sul Regolamente Interno

Messaggio da Luciano » 14 feb 2013, 13:03

Grande Fede!
Se non ci fossi ... bisognerebbe inventarti!
Se ti dimettessi ... bisognerebbe rifiutarle! :lol:

L.

Avatar utente
Luciano
Consigliere Canislupus Italia
Messaggi: 2669
Iscritto il: 23 set 2010, 06:08
Re: Cominciamo a ragionare sul Regolamente Interno

Messaggio da Luciano » 18 feb 2013, 22:13

Ho sistemato il Regolamento ... così come approvato in riunione del CD di Sabato scorso; dateci un'occhiata tutti e valutate se ci sono dimenticanze ... errori ortografici .... o numeri di articoli e lettere non a posto.
Nel primo caso suggerirei di comunicare la dimenticanza ... in modo da valutarla assieme prima di inserirla, ... negli altri due casi direi di intervenire direttamente.

L.

Avatar utente
Federico
Webmaster
Messaggi: 5655
Iscritto il: 04 set 2008, 01:14
Località: Prato
Re: Cominciamo a ragionare sul Regolamente Interno

Messaggio da Federico » 20 feb 2013, 14:15

Ho letto e revisionato la bozza di regolamento.
Ho scoperto che si possono aggiungere commenti e di conseguenza li ho utilizzati...dateci una sguardata.

Rimetto qui il link per comodità:
https://docs.google.com/document/d/1gH0 ... sp=sharing
Federico
Il lupo non è né buono né cattivo, ma è lì, splendido come la natura selvaggia, e vuole restare libero.


Rispondi

Torna a “Canislupus Italia”