Cominciamo a ragionare sul Regolamente Interno

Sezione dedicata alla gestione dell'associazione

Moderatore: giovanni1968

Avatar utente
hycanus
Utente Master
Messaggi: 7055
Iscritto il: 23 set 2008, 01:55
Re: Cominciamo a ragionare sul Regolamente Interno

Messaggio da hycanus » 05 feb 2013, 22:36

griso ha scritto: Effettivamente, sull'ultimo argomento, afferente la verifica circa l'integrità morale dell'aspirante socio e soprattutto di filtrare eventuali richieste di adesione a "pregiudicati" per reati specifici (seppure al momento mi risulta difficile pensare che elementi del genere possano essere interessati a CLI, ma dobbiamo aspettarci di tutto e ipotizzare che potrebbero esserci motivazioni le più diverse perchè ciò possa verificarsi...) credo che, ragionevolmente, oltre ad una sorta di autocertificazione in sede di domanda di iscrizione non si possa pretendere di più.
Del resto è un rischio che, in previsione di un auspicabile aumento di visibilità (e di numero di soci) dobbiamo mettere in conto.
Quoto e sottolineo...imprescindibile.
Sento questa mia vita che sfugge, ma che non sfugge, perché è parte della stessa vita di quegli alberi. Una cosa bellissima, il disfarsi nella vita del cosmo ed essere parte di tutto. (Tiziano Terzani)

Avatar utente
Luciano
Consigliere Canislupus Italia
Messaggi: 2669
Iscritto il: 23 set 2010, 06:08
Re: Cominciamo a ragionare sul Regolamente Interno

Messaggio da Luciano » 05 feb 2013, 23:35

Non ho capito benissimo se ritenete sia meglio eliminare il comma 3 dell'Art. 3 ... o se ritenete sia meglio tenerlo; in caso di eliminazione occorrerà modificare anche il comma 1c dell'Art. 6 ... e forse anche il comma 1 dell'Art. 16 (mi sono accorto ora che c'è un "doppione" .... è riportato due volte Art.16 sia per le sanzioni disciplinari ... sia per la copertura assicurativa; ... abreve rimedio e reinserisco).
Tornando a noi, oltre a ringraziarvi per la partecipazione ;) ... vi chiederei di fare come ha fatto Federico: richiesta di chiarimenti .... e proposta di modifica; .. questo renderebbe il confronto di opinioni più rapido ed incisivo; ad esempio l'Art. 2 è così strutturato:

Art. 2 – (Domande di adesione)
1) Possono far domanda d’adesione tutti coloro che condividono gli scopi statutari e accettano le regole stabilite dallo Statuto e dal presente Regolamento Interno
2) Le richieste di adesione a Canislupus vanno effettuate per iscritto, utilizzando il modulo predisposto; la domanda (se l’aspirante socio è un minore) deve essere controfirmata dall’esercente la patria potestà. Il richiedente, nella domanda di ammissione dovrà specificare le proprie complete generalità, impegnandosi a rispettare Statuto e Regolamento Interno, e a versare la quota associativa.
3) L'iscrizione decorre dalla data di delibera del C.D. ed ha validità annuale (anno solare).

Federico ha proposto (relativamente al comma 2)) ....
Federico ha scritto: ..... specificherei che può avvenire per iscritto con un modulo cartaceo (lo si può utilizzare ad esempio durante un evento se qualcuno vuole iscriversi) oppure tramite mezzo informatico (un modulo sul sito) ....... .
mi pare che l'osservazione sia più che giusta ... e se condividete procederò alla modifica.
Altro chiarimento richiesto da Fede circa l'approvazione dell'iscrizione dei soci ....
Federico ha scritto: .... Cioè, tanto per capire...tutte le volte che uno si vuole iscrivere il Consiglio Direttivo deve approvare?
Si riunisce (per esempio) una volta a settimana o al mese per approvare le iscrizioni che via via possono arrivare?
Credo sia improponibile per la nostra realtà.
Anche in questo caso l'osservazione è pertinente ... personalmente ritengo però sia indispensabile l'approvazione del CD ... dobbiamo quindi trovare il modo di "salvare capra e cavoli"

la soluzione potrebbe essere un articolo 2 che reciti:

Art. 2 – (Domande di adesione)
1) Possono far domanda d’adesione tutti coloro che condividono gli scopi statutari e accettano le regole stabilite dallo Statuto e dal presente Regolamento Interno
2) Le richieste di adesione a Canislupus possono essere effettuate sia per iscritto, sia per via informatica, utilizzando i rispettivi moduli appositamente predisposti; la domanda (se l’aspirante socio è un minore) deve essere controfirmata dall’esercente la patria potestà. Il richiedente, nella domanda di ammissione dovrà specificare le proprie complete generalità, impegnandosi a rispettare Statuto e Regolamento Interno, e a versare la quota associativa.
3) la delibera di accettazione o respingimento della domanda da parte del Consiglio, può essere attuata anche per via informatica, entro dieci giorni dalla presentazione della domanda;
a) L'iscrizione decorre dalla data di versamento della quota sociale da effettuare a seguito della delibera di accettazione.


Che ve ne pare?


L.

Avatar utente
giovanni1968
VicePresidente Canislupus Italia
Messaggi: 931
Iscritto il: 10 feb 2009, 15:53
Re: Cominciamo a ragionare sul Regolamente Interno

Messaggio da giovanni1968 » 06 feb 2013, 08:24

Bel lavoro Luciano,quando ho un po ditempo provo ad interagire.
Al volo per dire che la questione del'autocertificazione dal lato pratico non credo sia efficacie.
Un personaggio che commette un reato penale difficilmente ha scrupoli nel fare una firme,poi diciamo formalmente noi siamo a posto,forse...


Gio
Giovanni Grossi, Vicepresidente Canislupus Italia.

"Le parole sono come le foglie, quando sono troppe difficilmente nascondono un frutto." Alexander Pope

Avatar utente
Duccio
Presidente Canislupus Italia
Messaggi: 6227
Iscritto il: 24 ago 2008, 14:52
Re: Cominciamo a ragionare sul Regolamente Interno

Messaggio da Duccio » 06 feb 2013, 10:50

Grazie a Luciano per l'ottimo lavoro da bravo artigiano...
in merito alla selezione dei soci, credo che la formula vada snellita, prevedere un vaglio da parte nostra secondo me è impegnativo ed inutile. Inutile perchè non si sono mai verificati casi problematici, sia perchè nell'autocertificazione chiunque può mettere informazioni mendaci, di fatto non verificabili. Tra l'altro l'autocertificazione ha valore solo nei rapporti tra cittadini ed enti pubblici che io sappia. Credo che si debba andare nella direzione della semplificazione più che della complicazione.
Per il modulo d'iscrizione questo esiste già come form elettronico qui: http://www.canislupus.it/Dsocio.aspx, che è "abbastanza" utilizzato. Il problema è che a volte invece arrivano dei bollettini in cui non si indicano correttamente i dati, tipo indirizzo o mail e in quel caso se non c'è il form dell'iscrizione è un problema effettuare la registrazione del nuovo socio. L'ideale sarebbe passare tutto alla procedura informatica con pagamento via web. In quel caso il socio prima riempie la scheda e all'ultimo passaggio paga con carta di credito o paypal; se mancano dei dati il sistema li richiede; purtroppo però questo escluderebbe molte persone che ancora hanno problemi di utilizzo degli strumenti informatici.
Per quanto riguarda i soci giovani anche in questo caso è già stabilito che pagano meno.
La prima parte dell'art. 4.4 secondo me non ci serve, ed anche in questo caso è inverificabile.
Duccio Berzi, Presidente Canislupus Italia.

"Che siete colti ve lo dite da voi. Avete letto tutti gli stessi libri. Non c'è nessuno che vi chieda qualcosa di diverso". D.L.Milani

Avatar utente
pigrofalco
Consigliere Canislupus Italia
Messaggi: 6066
Iscritto il: 23 set 2008, 02:08
Località: Firenze
Re: Cominciamo a ragionare sul Regolamente Interno

Messaggio da pigrofalco » 08 feb 2013, 13:28

Direi un ottimo lavoro, da risolvere il nodo dell'art. 3 commi 3 e 4 che unificherei in un solo comma con un vincolo in entrata meno rigido e più facilmente gestibile. D'altra parte sono d'accordo anch'io che un filtro sulle adesioni sia comunque necessario.
Alessio Pieragnoli, Consigliere Canislupus Italia.

"Percorse convinto le strade dell'equilibrio e ogni volta che si trovò di fronte al bivio che indicava l'onestà tirò dritto, pensando ad uno scherzo."

Avatar utente
DanieleC
Utente Master
Messaggi: 4247
Iscritto il: 23 set 2008, 01:53
Località: Val di Cornia (LI)
Contatta:
Re: Cominciamo a ragionare sul Regolamente Interno

Messaggio da DanieleC » 08 feb 2013, 18:43

pigrofalco ha scritto: D'altra parte sono d'accordo anch'io che un filtro sulle adesioni sia comunque necessario.
Tanto per cominciare come primo punto direi di astenersi dall'iscrizione se si è cacciatori....!!! :lol: :lol: :lol: :D
( a parte gli scherzi tante associazioni lo scrivono esplicitamente EBN ad esempio)
Ascoltateli. I figli della notte... quale dolce musica emettono. (Dracula di Bram Stoker)
Natura e fotografia naturalistica.
Alta Maremma Camera Trapping

Avatar utente
pigrofalco
Consigliere Canislupus Italia
Messaggi: 6066
Iscritto il: 23 set 2008, 02:08
Località: Firenze
Re: Cominciamo a ragionare sul Regolamente Interno

Messaggio da pigrofalco » 08 feb 2013, 18:46

:lol: :lol:
Alessio Pieragnoli, Consigliere Canislupus Italia.

"Percorse convinto le strade dell'equilibrio e ogni volta che si trovò di fronte al bivio che indicava l'onestà tirò dritto, pensando ad uno scherzo."

Avatar utente
Luciano
Consigliere Canislupus Italia
Messaggi: 2669
Iscritto il: 23 set 2010, 06:08
Re: Cominciamo a ragionare sul Regolamente Interno

Messaggio da Luciano » 08 feb 2013, 23:17

Duccio ha scritto: ..... Per quanto riguarda i soci giovani anche in questo caso è già stabilito che pagano meno. ....
D'accordo, ... in tal caso va scritto nel regolamento; ... sarebbe quindi opportuno conoscere la differenza di importo (anche percentuale) fra socio ordinario e socio giovane, .... oppure indicare semplicemente che i soci giovani avranno delle agevolazioni ... che saranno annualmente decise dal consiglio.

pigrofalco ha scritto: ...... da risolvere il nodo dell'art. 3 commi 3 e 4 che unificherei in un solo comma con un vincolo in entrata meno rigido e più facilmente gestibile. D'altra parte sono d'accordo anch'io che un filtro sulle adesioni sia comunque necessario.
Farò qualche esperimento in tal senso ... e cercherò di mostrarlo prima dell'assemble.

L.

Avatar utente
hycanus
Utente Master
Messaggi: 7055
Iscritto il: 23 set 2008, 01:55
Re: Cominciamo a ragionare sul Regolamente Interno

Messaggio da hycanus » 08 feb 2013, 23:23

pigrofalco ha scritto:Direi un ottimo lavoro, da risolvere il nodo dell'art. 3 commi 3 e 4 che unificherei in un solo comma con un vincolo in entrata meno rigido e più facilmente gestibile. D'altra parte sono d'accordo anch'io che un filtro sulle adesioni sia comunque necessario.
Un filtro, anche se serve a poco è a mio avviso necessario...è un deterrente per dare un pò più di credibilità e serietà all' associazione.
Sento questa mia vita che sfugge, ma che non sfugge, perché è parte della stessa vita di quegli alberi. Una cosa bellissima, il disfarsi nella vita del cosmo ed essere parte di tutto. (Tiziano Terzani)

Avatar utente
pigrofalco
Consigliere Canislupus Italia
Messaggi: 6066
Iscritto il: 23 set 2008, 02:08
Località: Firenze
Re: Cominciamo a ragionare sul Regolamente Interno

Messaggio da pigrofalco » 09 feb 2013, 11:50

Luciano ha scritto: Regolamento, art. 3 commi 3 ; 4:

3) Non saranno ammessi in qualità di soci, o decadranno dalla iscrizione all’associazione, coloro che abbiano commesso violazioni di rilevanza penale, delle leggi sulla attività venatoria, sulla protezione dell’ambiente, o che abbiano compiuto reati contro la proprietà e la persona.
4) Sull'ammissione dei nuovi Soci, decide il Consiglio Direttivo. Contro il rifiuto di ammissione è ammesso appello, entro 30 giorni, all’assemblea dei soci.
Ad esempio considerando il carattere forse pleonastico di un'autocertificazione di questo tipo per l'effettiva difficoltà che avremmo nel verificarla in un tempo x, potremmo eliminare il comma 3 e lasciare il 4, delegando al Consiglio Direttivo e senza limiti di tempo la facolta di accettare o revocare l'iscrizione. Ovviamente tale norma dovrebbe essere poi riportata nelle clausole di iscrizione in chiaro. Oppure potremmo prevedere un'autocertificazione sulla verifica della quale da parte del C.D. togliere ogni limite di tempo. Ad esempio, uno come il Mangini viene rifiutato o verrebbe rifiutato non appena i fatti di cronaca e/o giuridici che lo riguardano venissero alla luce, mesi o anni non importa.
Alessio Pieragnoli, Consigliere Canislupus Italia.

"Percorse convinto le strade dell'equilibrio e ogni volta che si trovò di fronte al bivio che indicava l'onestà tirò dritto, pensando ad uno scherzo."


Rispondi

Torna a “Canislupus Italia”