Rifugio Casa di Rio - Prato

Sezione dedicata alla gestione dell'associazione

Moderatore: giovanni1968

Rispondi
Avatar utente
Federico
Webmaster
Messaggi: 5655
Iscritto il: 04 set 2008, 01:14
Località: Prato
Rifugio Casa di Rio - Prato

Messaggio da Federico » 12 set 2012, 11:43

Ieri io, Alessio e Luca siamo stati a visitare, accompagnati da un funzionario della comunità montana, un piccolo rifugio in provincia di Prato, precisamente nel comune di Cantagallo (10 minuti a piedi dal centro abitato), denominato Casa di Rio.

L'intento della visita era quello di valutare lo stato dell'immobile per un'eventuale concessione per la gestione.

Il fabbricato è di proprietà della regione Toscana e si trova all'interno del demanio/Riserva Naturale Acquerino-Cantagallo (proprio sul confine), a pochi metri dal Rio Ceppeta.
Fu ristrutturato per diventare centro visite e porta di accesso alla riserva lato Cantagallo, con addirittura aree di sosta camper/campeggio, ma poi non è stato portato avanti il progetto.

Qui trovate qualche foto, la piantina dell'edificio e la cartina della Riserva (Casa di Rio si trova a nord vicino a Cantagallo):
http://www.mediafire.com/?tas8qx6cs4rmo

Non mi è venuto in mente di fotografare l'interno, chiedo scusa.

Per accedervi, si deve percorrere a piedi qualche centinaio di metri di strada sterrata carrabile che parte dal paese, che è anche il sentiero che porta con varie diramazioni all'interno della riserva e ad un altro rifugio (Cascina le Cave).
L'ultimo tratto di stradella se non ho capito male è privato ma è concesso il passo. Entrambi i tratti sono percorribili in auto (meglio fuoristrada) e sono molto stretti (ci passa solo un'auto), di conseguenza eventuali avventori devono necessariamente parcheggiare in paese.

Come dicevo l'immobile è completamente ristrutturato, sia esternamente che internamente: ci sono sia l'impianto elettrico che l'impianto idraulico, quest'ultimo alimentato da una presa sul torrente e da una fonte (da analizzaer se potabile).
Il grosso handicap è la corrente elettrica, necessariamente da fornire con generatore (c'è un casottino apposito), in quanto non presente in loco.
Ci diceva il funzionario che a suo tempo chiesero un preventivo all'Enel e gli fù sparata una cifra nell'ordine dei 20.000 euro e più, con l'ultimo tratto da interrare a spese proprie....di conseguenza non ne hanno fatto di niente.
Altro limite possono essere le dimensioni, come potete vedere dalle piantine le stanze sono poche e non molto grandi.
Come interventi credo ci sia solo da dare una bella ripulita e rinfrescata alle pareti, naturalmente dentro non c'è niente quindi in base a cosa vorremo farci andrà un minimo arredata.
A sinistra dell'ingresso (locale A sulla piantina) c'è un bel camino con tanto di apertura forno, la base prende quasi mezza stanza, quindi non è molto sfruttabile, sotto la finestra ci sono gli attacchi per mettere un lavabo.
L'ingresso (B) potrebbe essere sfruttabile per metterci qualcosa tipo una cucina economica, non ho idea però se ci sono normative riguardo a dove si può fare una sorta di cucina e che caratteristiche deve avere.
La stanza a destra dell'ingresso (C sulla piantina) potrebbe essere sfruttata per la didattica, anche se le dimensioni sono piuttosto piccole e risulterà difficile proiettarci qualcosa.
Le due stanze superiori potrebbero essere sfruttate come piccoli dormitori, anche in questo caso non so che limitazioni ci possono essere sul numero di letti per stanza.
Il bagno, al piano superiore, è fornito di scaldabagno elettrico e doccia, oltre naturalmente ai normali servizi igienici.
Esternamente penso che si possa sfruttare come meglio si crede, ci sono già un paio di panche con tavolo sgangherati, eventualmente da chiedere alla comunità montana se li risistema.

Non ci sono problemi di abitabilità in quanto l'edificio è già collaudato come rifugio, quindi sarebbe sfruttabile da subito.

C'è già una richiesta di gestione da parte di un gruppo che si occupa di pesca, in quanto interessati ad una stanza dell'edificio dove viene fatta la riproduzione di salmonidi per il ripopolamento dei vicini torrenti (F sulla piantina).

Alessio ha espresso l'intenzione di avere la gestione esclusiva per la nostra associazione, dando comunque agli altri l'accesso alla stanza che gli interessa, questo per evitare future questioni o problemi nella gestione.
Io sono daccordo con lui.

Personalmente sarei propenso a chiedere l'affidamento, rimango comunque perplesso e dubbioso su come poter sfruttare i piccoli spazi.

Alessio, Luca....integrate con le vostre impressioni e pareri, eventualmente correggetemi se ho scritto qualche minchiata o aggiungete particolari se ho dimenticato qualcosa.
Federico
Il lupo non è né buono né cattivo, ma è lì, splendido come la natura selvaggia, e vuole restare libero.

Avatar utente
Duccio
Presidente Canislupus Italia
Messaggi: 6227
Iscritto il: 24 ago 2008, 14:52
Re: Rifugio Casa di Rio - Prato

Messaggio da Duccio » 12 set 2012, 11:57

mi sembra molto interessante, ma mi sfuggono alcune cose:
- in che contesto è situato il rifugio? insomma, intorno è bello e "spendibile" o meno?
- la concessione è gratuita o viene chiesto un compenso economico o in lavoro?
- chiedono la stipula di assicurazioni o fidejussioni?
- chi è la donna che era con voi? ;)

ciao, d.
Duccio Berzi, Presidente Canislupus Italia.

"Che siete colti ve lo dite da voi. Avete letto tutti gli stessi libri. Non c'è nessuno che vi chieda qualcosa di diverso". D.L.Milani

Avatar utente
Federico
Webmaster
Messaggi: 5655
Iscritto il: 04 set 2008, 01:14
Località: Prato
Re: Rifugio Casa di Rio - Prato

Messaggio da Federico » 12 set 2012, 12:10

Duccio ha scritto:- in che contesto è situato il rifugio? insomma, intorno è bello e "spendibile" o meno?
Bello è bello, non so cosa intendi per spendibile.
Dietro la casa parte un sentiero che sale in riserva, a pochi passi partono tutti gli altri.

Non ho pensato di fare un servizio fotografico ammodo...mi mangio le mani.
Duccio ha scritto:- la concessione è gratuita o viene chiesto un compenso economico o in lavoro?
Vedi che qualcosa dimenticavo...
Maccelli parlava di una cifra intorno ai 200 euro + iva annui.
Duccio ha scritto: - chiedono la stipula di assicurazioni o fidejussioni?
Eh eh...boh!
Maccelli non ha mai accennato a niente di ciò, bisognerebbe chiedere conferma per sicurezza.
Duccio ha scritto: - chi è la donna che era con voi? ;)
Ah già....è la Iozzelli (che tu conosci), giornalista della Nazione e da qualche tempo appassionata di lupi&affini
Federico
Il lupo non è né buono né cattivo, ma è lì, splendido come la natura selvaggia, e vuole restare libero.

Avatar utente
pigrofalco
Consigliere Canislupus Italia
Messaggi: 6066
Iscritto il: 23 set 2008, 02:08
Località: Firenze
Re: Rifugio Casa di Rio - Prato

Messaggio da pigrofalco » 12 set 2012, 12:33

La posizione della casetta è interessante perchè:
- Sono 5 minuti a piedi dal parcheggio e 1 minuto (uno) di auto dal centro di Cantagallo.
- E' situata sul rio ceppeta (30 mt sopra) fosso di valore naturalistico al punto da essere interessato da un impianto di coltura ittica a salmonidi (trote) .
- Presenta spazi sottostanti ombreggiati e a pratino, nei quali consumare gustose merende.
- E' situata lungo la strada che porta alle cave e dunque è, come nelle intenzioni originarie, una porta per accedere alla riserva.
- Con 200€ annui non credo vogliano fideiussione, nè Il Maccelli ce ne ha parlato.

La struttura ha l'agibilità urbanistica come "rifugio". Nelle camere sopra potrebbero starci 3 o 4 file di letti a castello per ognuna.

Potrebbe essere sfruttata organizzando campi per un numero non esorbitante di persone (ma ripeto, almeno 12 posti letto ci sono), minicampi, giornate didattiche, campi scuola estivi, ritrovi dell'associazione (grigliate nelle fredde giornate d'inverno :P ), somministrazione di panini e focacce con affettati, punto base per monitoraggio e rilievi sul campo.

A quel prezzo secondo me conviene comunque prenderla perchè la stipula di un atto con l'Unione dei Comuni (ex Comunità Montana) ci dà una visibilità positiva e costituisce un precedente funzionale al futuro rapporto con gli enti.
Alessio Pieragnoli, Consigliere Canislupus Italia.

"Percorse convinto le strade dell'equilibrio e ogni volta che si trovò di fronte al bivio che indicava l'onestà tirò dritto, pensando ad uno scherzo."

Avatar utente
hycanus
Utente Master
Messaggi: 7055
Iscritto il: 23 set 2008, 01:55
Re: Rifugio Casa di Rio - Prato

Messaggio da hycanus » 12 set 2012, 13:57

Anch' io condivido le considerazioni di Fede e Alessio...la struttura è sicuramente interessante anche se un pò lontana, ma sicuramente appetibile per quella cifra...vorrei ringraziare la Claudia che, anche se estremamente chiaccherona e un pò stancante :mrgreen: , si è adoperata per farci conoscere e vedere questa struttura relazionandosi col Maccelli.
DSC_0145.JPG
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Sento questa mia vita che sfugge, ma che non sfugge, perché è parte della stessa vita di quegli alberi. Una cosa bellissima, il disfarsi nella vita del cosmo ed essere parte di tutto. (Tiziano Terzani)

Avatar utente
hycanus
Utente Master
Messaggi: 7055
Iscritto il: 23 set 2008, 01:55
Re: Rifugio Casa di Rio - Prato

Messaggio da hycanus » 12 set 2012, 13:57

DSC_0144.JPG
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Sento questa mia vita che sfugge, ma che non sfugge, perché è parte della stessa vita di quegli alberi. Una cosa bellissima, il disfarsi nella vita del cosmo ed essere parte di tutto. (Tiziano Terzani)

Avatar utente
hycanus
Utente Master
Messaggi: 7055
Iscritto il: 23 set 2008, 01:55
Re: Rifugio Casa di Rio - Prato

Messaggio da hycanus » 12 set 2012, 13:58

DSC_0142.JPG
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Sento questa mia vita che sfugge, ma che non sfugge, perché è parte della stessa vita di quegli alberi. Una cosa bellissima, il disfarsi nella vita del cosmo ed essere parte di tutto. (Tiziano Terzani)

Avatar utente
Duccio
Presidente Canislupus Italia
Messaggi: 6227
Iscritto il: 24 ago 2008, 14:52
Re: Rifugio Casa di Rio - Prato

Messaggio da Duccio » 12 set 2012, 14:18

io sono favorevole, sentiamo bene però se hanno bisogno di una assicuarzione rc o sulla struttura, a noi per la gestione delle struttre di moscheta la ex comunità montana mugello ce la chiede e spendiamo oltre 1000 euro l'anno.

vi abbandono.... fino a sabato sono nel parco del gargano per un corso.....
Duccio Berzi, Presidente Canislupus Italia.

"Che siete colti ve lo dite da voi. Avete letto tutti gli stessi libri. Non c'è nessuno che vi chieda qualcosa di diverso". D.L.Milani

Avatar utente
vigorius
Consigliere Canislupus Italia
Messaggi: 1550
Iscritto il: 09 giu 2009, 22:08
Località: Prato
Re: Rifugio Casa di Rio - Prato

Messaggio da vigorius » 12 set 2012, 17:16

Duccio ha scritto:io sono favorevole, sentiamo bene però se hanno bisogno di una assicuarzione rc o sulla struttura, a noi per la gestione delle struttre di moscheta la ex comunità montana mugello ce la chiede e spendiamo oltre 1000 euro l'anno.

vi abbandono.... fino a sabato sono nel parco del gargano per un corso.....
IL più vicino blocchi Duccio per il proiettore e il resto
Saverio Gori, Consigliere Canislupus Italia.

"Chi più alto sale, più lontano vede; chi più lontano vede, più a lungo sogna" Walter Bonatti

Avatar utente
Federico
Webmaster
Messaggi: 5655
Iscritto il: 04 set 2008, 01:14
Località: Prato
Re: Rifugio Casa di Rio - Prato

Messaggio da Federico » 12 set 2012, 17:38

vigorius ha scritto:
Duccio ha scritto:io sono favorevole, sentiamo bene però se hanno bisogno di una assicuarzione rc o sulla struttura, a noi per la gestione delle struttre di moscheta la ex comunità montana mugello ce la chiede e spendiamo oltre 1000 euro l'anno.

vi abbandono.... fino a sabato sono nel parco del gargano per un corso.....
IL più vicino blocchi Duccio per il proiettore e il resto
Leggi qui:
viewtopic.php?f=126&t=4472&p=43406#p43406
Federico
Il lupo non è né buono né cattivo, ma è lì, splendido come la natura selvaggia, e vuole restare libero.


Rispondi

Torna a “Canislupus Italia”