Intervento di Canislupus di venerdì 8 giugno.

Sezione dedicata alla gestione dell'associazione

Moderatore: giovanni1968

Avatar utente
pigrofalco
Consigliere Canislupus Italia
Messaggi: 6066
Iscritto il: 23 set 2008, 02:08
Località: Firenze
Intervento di Canislupus di venerdì 8 giugno.

Messaggio da pigrofalco » 03 giu 2012, 22:23

Ciao a tutti gli interessati, venerdì 8 giugni avremo come Canislupus l'intervento al tavolo di lavoro a Vernio, propongo qui una discussione che metta a punto temi e sviluppo migliori per l'intervento, che seguirà quello che Luciano Cicognani farà a livello personale come tecnico faunista, questo il programma e la scaletta ufficiali:


<<Presentazione della serata da parte del presidente Antonio Giuseppe La Gamba e del Coordinatore
Silvano Agostinelli del movimento civico “La Città per noi”.

Interventi:

Marco Ciani, presidente Unione dei Comuni della Val di Bisenzio: apertura del tavolo di lavoro:
panoramica a 360 gradi sulla situazione fauna selvatica della Val di Bisenzio e i cambiamenti
avvenuti negli ultimi anni.

Luciano Cicognani, faunista: i mammiferi selvatici più diffusi nell’Appenino (ungulati e istrice); cenni di
eco-etologia (abitudini alimentari, habitat elettivo, riproduzione) e tecniche di monitoraggio. Motivi della loro
espansione e della tendenza ad occupare anche aree urbanizzate, problematiche e gestione della
convivenza uomo-animale. Mortalità e predatori naturali.
Maurizio Fantini, Coldiretti Firenze-Prato: fauna selvatica e agricoltura in Val di Bisenzio.

Michele Pellegrini
, comandante della Polizia Provinciale di Prato: relazione sugli interventi della
Polizia Provinciale nell’ambito della fauna selvatica.

Roberto Borchi, Umberto Cavini, Presidente e direttore ATC FI 4: la gestione della fauna
selvatica in eccesso, stima e modalità di conteggio del numero dei capi presenti e di quelli da
abbattere, risarcimento e prevenzione danni da fauna selvatica.

Francesco Sacconi, tecnico faunista ATC FI 4: il cervo dell’Acquerino.

Antonio Napolitano, assessore della Provincia di Prato: progetti passati e futuri per la gestione
della fauna selvatica, sia nell’area “Caccia” che nell’area “Turismo”, “Promozione immagine e
prodotti” .

Gianni Salvadori, assessore all’Agricoltura della Regione Toscana: la Regione e le disposizioni in
materia. Progetti e sviluppi sul territorio.

Previsto Dibattito con interventi dal Pubblico Presente.

Modera il convegno Giacomo Cocchi, di TOSCANA OGGI e di TV PRATO, che riprenderà la
serata.
Segreteria Movimento Civico “ la Città per Noi “
Alessandro Logli Capogruppo a Cantagallo de “ la Citta per Noi” >>
Alessio Pieragnoli, Consigliere Canislupus Italia.

"Percorse convinto le strade dell'equilibrio e ogni volta che si trovò di fronte al bivio che indicava l'onestà tirò dritto, pensando ad uno scherzo."

Avatar utente
DanieleC
Utente Master
Messaggi: 4247
Iscritto il: 23 set 2008, 01:53
Località: Val di Cornia (LI)
Contatta:
Re: Intervento di Canislupus di venerdì 8 giugno.

Messaggio da DanieleC » 03 giu 2012, 22:36

Sarà sicuramente una bella serata visti gli argomenti che andrete a trattare,mi piace un po' meno il fatto che sia
presentato da un movimento politico.....!sarà che odio la politica..tanto il fine sarà sempre lo stesso!

saluti
Daniele
Ascoltateli. I figli della notte... quale dolce musica emettono. (Dracula di Bram Stoker)
Natura e fotografia naturalistica.
Alta Maremma Camera Trapping

Avatar utente
Luciano
Consigliere Canislupus Italia
Messaggi: 2669
Iscritto il: 23 set 2010, 06:08
Re: Intervento di Canislupus di venerdì 8 giugno.

Messaggio da Luciano » 03 giu 2012, 22:43

pigrofalco ha scritto:Ciao a tutti gli interessati, venerdì 8 giugni avremo come Canislupus l'intervento al tavolo di lavoro a Vernio, propongo qui una discussione che metta a punto temi e sviluppo migliori per l'intervento, che seguirà quello che Luciano Cicognani farà a livello personale come tecnico faunista, questo il programma e la scaletta ufficiali:


<<Presentazione della serata da parte del presidente Antonio Giuseppe La Gamba e del Coordinatore
Silvano Agostinelli del movimento civico “La Città per noi”.

Interventi:

Marco Ciani, presidente Unione dei Comuni della Val di Bisenzio: apertura del tavolo di lavoro:
panoramica a 360 gradi sulla situazione fauna selvatica della Val di Bisenzio e i cambiamenti
avvenuti negli ultimi anni.

Luciano Cicognani, faunista: i mammiferi selvatici più diffusi nell’Appenino (ungulati e istrice); cenni di
eco-etologia (abitudini alimentari, habitat elettivo, riproduzione) e tecniche di monitoraggio. Motivi della loro
espansione e della tendenza ad occupare anche aree urbanizzate, problematiche e gestione della
convivenza uomo-animale. Mortalità e predatori naturali.

Intervento Canislupus

Maurizio Fantini, Coldiretti Firenze-Prato: fauna selvatica e agricoltura in Val di Bisenzio.

Michele Pellegrini
, comandante della Polizia Provinciale di Prato: relazione sugli interventi della
Polizia Provinciale nell’ambito della fauna selvatica.

Roberto Borchi, Umberto Cavini, Presidente e direttore ATC FI 4: la gestione della fauna
selvatica in eccesso, stima e modalità di conteggio del numero dei capi presenti e di quelli da
abbattere, risarcimento e prevenzione danni da fauna selvatica.

Francesco Sacconi, tecnico faunista ATC FI 4: il cervo dell’Acquerino.

Antonio Napolitano, assessore della Provincia di Prato: progetti passati e futuri per la gestione
della fauna selvatica, sia nell’area “Caccia” che nell’area “Turismo”, “Promozione immagine e
prodotti” .

Gianni Salvadori, assessore all’Agricoltura della Regione Toscana: la Regione e le disposizioni in
materia. Progetti e sviluppi sul territorio.

Previsto Dibattito con interventi dal Pubblico Presente.

Modera il convegno Giacomo Cocchi, di TOSCANA OGGI e di TV PRATO, che riprenderà la
serata.
Segreteria Movimento Civico “ la Città per Noi “
Alessandro Logli Capogruppo a Cantagallo de “ la Citta per Noi” >>

Direi che la localizzazione del vostro/nostro intervento ... potrebbe essere come da inserimento in rosso; .. in questo caso io pensavo di non parlare dei predatori, e di passare direttamente la palla a chi di voi farà la relazione.
Credo che la tematica fondamentale (attorno alla quale svolgere comunque un discorso più approfondito) ... sia legata alla domanda: "i predatori possono rappresntare un fattore limitante importante per le specie di cui si parla? .... se sì in quali termini e con quali possibili esiti.
Che ne dite?

L.

Avatar utente
hycanus
Utente Master
Messaggi: 7055
Iscritto il: 23 set 2008, 01:55
Re: Intervento di Canislupus di venerdì 8 giugno.

Messaggio da hycanus » 03 giu 2012, 22:46

Gli interventi mi sembrano molti per una serata...c' è il rischio di sforare e di andare per le lunghe. Se di lupi si deve parlare, credo possa farlo nel migliore dei modi lo stesso Luciano per ottimizzare i tempi. Oltretutto ne sa più di noi e fà parte del consiglio dell' associazione.
Sento questa mia vita che sfugge, ma che non sfugge, perché è parte della stessa vita di quegli alberi. Una cosa bellissima, il disfarsi nella vita del cosmo ed essere parte di tutto. (Tiziano Terzani)

Avatar utente
pigrofalco
Consigliere Canislupus Italia
Messaggi: 6066
Iscritto il: 23 set 2008, 02:08
Località: Firenze
Re: Intervento di Canislupus di venerdì 8 giugno.

Messaggio da pigrofalco » 03 giu 2012, 22:50

Luciano ha scritto:
pigrofalco ha scritto:Ciao a tutti gli interessati, venerdì 8 giugni avremo come Canislupus l'intervento al tavolo di lavoro a Vernio, propongo qui una discussione che metta a punto temi e sviluppo migliori per l'intervento, che seguirà quello che Luciano Cicognani farà a livello personale come tecnico faunista, questo il programma e la scaletta ufficiali:


<<Presentazione della serata da parte del presidente Antonio Giuseppe La Gamba e del Coordinatore
Silvano Agostinelli del movimento civico “La Città per noi”.

Interventi:

Marco Ciani, presidente Unione dei Comuni della Val di Bisenzio: apertura del tavolo di lavoro:
panoramica a 360 gradi sulla situazione fauna selvatica della Val di Bisenzio e i cambiamenti
avvenuti negli ultimi anni.

Luciano Cicognani, faunista: i mammiferi selvatici più diffusi nell’Appenino (ungulati e istrice); cenni di
eco-etologia (abitudini alimentari, habitat elettivo, riproduzione) e tecniche di monitoraggio. Motivi della loro
espansione e della tendenza ad occupare anche aree urbanizzate, problematiche e gestione della
convivenza uomo-animale. Mortalità e predatori naturali.

Intervento Canislupus

Maurizio Fantini, Coldiretti Firenze-Prato: fauna selvatica e agricoltura in Val di Bisenzio.

Michele Pellegrini
, comandante della Polizia Provinciale di Prato: relazione sugli interventi della
Polizia Provinciale nell’ambito della fauna selvatica.

Roberto Borchi, Umberto Cavini, Presidente e direttore ATC FI 4: la gestione della fauna
selvatica in eccesso, stima e modalità di conteggio del numero dei capi presenti e di quelli da
abbattere, risarcimento e prevenzione danni da fauna selvatica.

Francesco Sacconi, tecnico faunista ATC FI 4: il cervo dell’Acquerino.

Antonio Napolitano, assessore della Provincia di Prato: progetti passati e futuri per la gestione
della fauna selvatica, sia nell’area “Caccia” che nell’area “Turismo”, “Promozione immagine e
prodotti” .

Gianni Salvadori, assessore all’Agricoltura della Regione Toscana: la Regione e le disposizioni in
materia. Progetti e sviluppi sul territorio.

Previsto Dibattito con interventi dal Pubblico Presente.

Modera il convegno Giacomo Cocchi, di TOSCANA OGGI e di TV PRATO, che riprenderà la
serata.
Segreteria Movimento Civico “ la Città per Noi “
Alessandro Logli Capogruppo a Cantagallo de “ la Citta per Noi” >>

Direi che la localizzazione del vostro/nostro intervento ... potrebbe essere come da inserimento in rosso; .. in questo caso io pensavo di non parlare dei predatori, e di passare direttamente la palla a chi di voi farà la relazione.
Credo che la tematica fondamentale (attorno alla quale svolgere comunque un discorso più approfondito) ... sia legata alla domanda: "i predatori possono rappresntare un fattore limitante importante per le specie di cui si parla? .... se sì in quali termini e con quali possibili esiti.
Che ne dite?

L.
Sì certo sono d'accordo Luciano, il problema è che, come sai bene, il lupo seleziona da scarsamente a nulla il cervo come preda, per cui focalizzare sul suo valore predatorio in una serata in cui si vuole focalizzare sul problema cervi probabilmente è un'arma a doppio taglio.
Alessio Pieragnoli, Consigliere Canislupus Italia.

"Percorse convinto le strade dell'equilibrio e ogni volta che si trovò di fronte al bivio che indicava l'onestà tirò dritto, pensando ad uno scherzo."

Avatar utente
pigrofalco
Consigliere Canislupus Italia
Messaggi: 6066
Iscritto il: 23 set 2008, 02:08
Località: Firenze
Re: Intervento di Canislupus di venerdì 8 giugno.

Messaggio da pigrofalco » 03 giu 2012, 23:02

hycanus ha scritto:Gli interventi mi sembrano molti per una serata...c' è il rischio di sforare e di andare per le lunghe. Se di lupi si deve parlare, credo possa farlo nel migliore dei modi lo stesso Luciano per ottimizzare i tempi. Oltretutto ne sa più di noi e fà parte del consiglio dell' associazione.
Luca, ci hanno chiamato apposta per dire qualcosa...e lo hanno fatto valutando che stiamo lavorando lì da anni..... !
Dovrebbe essere un tavolo di lavoro senza compressioni particolari come ordine di tempo, l'intervento ci è stato concesso senza pistola alla tempia, come vedi sono previste anche interazioni dal pubblico. Trovo corretto che Luciano parli a nome personale come tecnico faunistico di primordine e che Canislupus sia invece presente con qualcuno in modo specifico oltre a Luciano, questo a mio avviso arricchisce entrambi. Inoltre non possiamo evitare di esprimerci direttamente in relazione a temi che appartengono all'area in cui lavoriamo da anni e in cui dovremmo svolgere il progetto su Prato.
Alessio Pieragnoli, Consigliere Canislupus Italia.

"Percorse convinto le strade dell'equilibrio e ogni volta che si trovò di fronte al bivio che indicava l'onestà tirò dritto, pensando ad uno scherzo."

Avatar utente
hycanus
Utente Master
Messaggi: 7055
Iscritto il: 23 set 2008, 01:55
Re: Intervento di Canislupus di venerdì 8 giugno.

Messaggio da hycanus » 04 giu 2012, 08:15

Ok, hai ragione Alessio...e visto che hai sempre approfondito e relazionato tu ai nostri eventi le interazioni fra lupi e ungulati selvatici, ritengo sia giusto che ne parli tu
Sento questa mia vita che sfugge, ma che non sfugge, perché è parte della stessa vita di quegli alberi. Una cosa bellissima, il disfarsi nella vita del cosmo ed essere parte di tutto. (Tiziano Terzani)

Avatar utente
Duccio
Presidente Canislupus Italia
Messaggi: 6227
Iscritto il: 24 ago 2008, 14:52
Re: Intervento di Canislupus di venerdì 8 giugno.

Messaggio da Duccio » 04 giu 2012, 10:19

Scusate, ma forse ho capito male qualcosa.
Mi sembra che la serata sia indirizzata a inquadrare la problematica dei danni da fauna selvatica al comparto agricolo.
Le predazioni da lupo sulla fauna selvatica non sono da considerarsi danni e secondo me sono anche un tema molto delicato, visto che ci relazioniamo con portatori d'interesse del mondo venatorio. Su questo tema possiamo solo "raccontare" dati raccolti ed elaborati da altri, in contesti diversi. La nostra esperienza "pratese" in questo campo è pari a zero, non abbiamo mai fatto uno studio sulla dieta, non abbiamo nemmeno dati sulla predazione (da carcasse), non abbiamo dati nemmeno sulla consistenza della popolazioni di ungulati. Quindi su questo aspetto io non me la sentirei di espormi, sia personalmente come tecnico sia come associazione.
Sarebbe bello poter avere dei dati da esporre, ma sul filone "i lupi mangiano molti cervi per questo contribuiscono a diminuire i danni alle colture"
Sul discorso predazioni su comparto zootecnico, sono disponibile a dare il mio contributo vista l'esperienza e i progetti in corso, ma questo come tecnico (anche se il vecchio "CSDL" era formalmente inserito nel progetto), ma lascio la parola a voi, visto che l'organizzazione della serata comunque non è di Canislupus ma vostra (intendo Luca e Alessio).

ciao, d.
Duccio Berzi, Presidente Canislupus Italia.

"Che siete colti ve lo dite da voi. Avete letto tutti gli stessi libri. Non c'è nessuno che vi chieda qualcosa di diverso". D.L.Milani

Avatar utente
pigrofalco
Consigliere Canislupus Italia
Messaggi: 6066
Iscritto il: 23 set 2008, 02:08
Località: Firenze
Re: Intervento di Canislupus di venerdì 8 giugno.

Messaggio da pigrofalco » 04 giu 2012, 10:43

Appunto Duccio, come dicevo a Luciano non abbiamo dati specifici sull'analisi della dieta e soprattutto quelli presenti in letteratura che Luciano conosce bene per averli prodotti anche nell'ultima pubblicazione ci dicono che il cervo viene selezionato pochissimo dal lupo.

Nondimeno siccome il Ciani parlerà di:

panoramica a 360 gradi sulla situazione fauna selvatica della Val di Bisenzio e i cambiamenti
avvenuti negli ultimi anni.


e Luciano ha inserito nel suo programma :

i mammiferi selvatici più diffusi nell’Appenino (ungulati e istrice); cenni di
eco-etologia (abitudini alimentari, habitat elettivo, riproduzione) e tecniche di monitoraggio. Motivi della loro
espansione e della tendenza ad occupare anche aree urbanizzate, problematiche e gestione della
convivenza uomo-animale. Mortalità e predatori naturali.


forse qualcosa sulla situazione generica del lupo e dell'importanza a prescindere dell'equilibrio tra specie in presenza di marcata biodiversità possiamo dirla.

@Luca, a mio avviso non è importante adesso decidere chi parla, ma contribuire a tracciare le linee del discorso da fare.

Chiedo anche agli altri consiglieri e a Federico di partecipare a definire questa traccia qualora lo ritengano di loro interesse.
Alessio Pieragnoli, Consigliere Canislupus Italia.

"Percorse convinto le strade dell'equilibrio e ogni volta che si trovò di fronte al bivio che indicava l'onestà tirò dritto, pensando ad uno scherzo."

Avatar utente
Luciano
Consigliere Canislupus Italia
Messaggi: 2669
Iscritto il: 23 set 2010, 06:08
Re: Intervento di Canislupus di venerdì 8 giugno.

Messaggio da Luciano » 04 giu 2012, 13:33

pigrofalco ha scritto: .... che Canislupus sia invece presente con qualcuno in modo specifico oltre a Luciano, questo a mio avviso arricchisce entrambi ....
Questo è anche il mio punto di vista, ... ed è la ragione per cui ci terrei che qualche altrorappresntante di Canislupus raccontasse qualcosa sul lupo e sulla predazione del lupo sui selvatici.
Le tematiche messe in campo sono tante, ...... troppe, ... anche per essere svolte nell'arco dell'intera serata, .. figuratevi in un intervento che (dilatandosi al limite) non potrà superare i 40 minuti per entrambi gli interventi.
Questo io l'ho fatto presente diverse volte sia a Claudia che ad Alessandro Logli .... loro hanno "glissato" facendo finta di nulla :roll:
A questo punto è ovvio che dovremo ridurre drasticamente gli interventi ... toccando solo marginalmente le tematiche inserite nel programma ... per concentrarci poi sull'interazione coi giornalisti e il pubblico presente (risoposte a domande specifiche).
Concordo comunque con Alessio sull'importanza di "esserci" ... e di tentare (per quanto si può) di aumentare la conoscenza sugli aspetti di cui tratteremo .... o almeno di fare del nostro meglio per ottenere questo risultato.

L.


Bloccato

Torna a “Canislupus Italia”