Statuto

Sezione dedicata alla gestione dell'associazione

Moderatore: giovanni1968

Avatar utente
Duccio
Presidente Canislupus Italia
Messaggi: 6227
Iscritto il: 24 ago 2008, 14:52
Statuto

Messaggio da Duccio » 13 feb 2012, 15:18

Ecco la bozza dello Statuto dell'APS "Canislupus Italia"

Chiedo a tutti di leggere e commentare, integrando e facendo domande.
Moltissime informazioni sul funzionamento delle APS si trovano facilmente su internet.
Il presente statuto deriva dal lavoro eseguito su una bozza di Statuto disponibile in rete.
Per riparare al tempo perso finora, vorrei cercare di depositarlo entro la fine di questa settimana.

ciao, d.


STATUTO DELLA ASSOCIAZIONE DI PROMOZIONE SOCIALE
Canislupus Italia
ART. 1
(Denominazione e sede)

E’ costituita, nel rispetto del Codice Civile e della normativa in materia, l’associazione di promozione sociale denominata: “Canislupus.it”("Canislupus Italia") con sede presso il Museo del Paesaggio Storico dell’Appennino, loc. Moscheta, Firenzuola, Firenze.


ART. 2
(Finalità)

1. L’associazione è apartitica, non ha scopo di lucro e svolge attività di promozione e utilità sociale
2. I proventi delle attività non possono, in nessun caso, essere divisi tra gli associati, anche in forma indiretta.
3. Le finalità che si propone sono in particolare:
A) Favorire la conoscenza scientifica della specie attraverso la realizzazione di studi e ricerche in collaborazione con Università, Istituti di Ricerca, Musei, Amministrazioni pubbliche, altre Associazioni, etc.
B) Favorire e promuovere la cultura della convivenza tra lupo e uomo, anche attraverso lo studio e la sperimentazione di metodi di prevenzione e la creazione di strumenti di informazioni specifici, insieme ad Enti pubblici, Istituti di ricerca o altre realtà associative
C) Promozione di attività finalizzate alla diffusione di conoscenze sul lupo, sulla fauna selvatica e sull’ambiente in genere, anche attraverso l’organizzazione di campi, viaggi, convegni, corsi, etc.
D) Creazione di materiale informativo ed editoriale per favorire la conoscenza della specie, nonché la gestione di spazi informatici finalizzati alla conoscenza della specie
E) Gestione, anche a seguito di convenzioni con l’Ente locale, di immobili, strutture ed aree naturali per il conseguimento di finalità di utilità sociale.
F) Realizzazione di iniziative divulgative quali mostre, rassegne ed iniziative pubbliche.
G) Attività di consulenza ad altri soggetti per la realizzazione di Musei, Centri Visita, Esposizioni, etc.
H) Sostegno a studenti, tesisti, dottorandi per la realizzazione di tirocinii e per lo svolgimento di tesi, ricerche, etc.
I) promozione e organizzazione di altre attività finalizzate all’educazione ambientale sia in ambito formale che informale.

ART. 3
(Soci)
1. Sono ammessi all’Associazione tutti coloro che ne condividono gli scopi e accettano il presente statuto e l’eventuale regolamento interno.
2. L’organo competente a deliberare sulle domande di ammissione è il Consiglio Direttivo. Il diniego va motivato. Il richiedente, nella domanda di ammissione dovrà specificare le proprie complete generalità impegnandosi a versare la quota associativa.
3. Ci sono 4 categorie di soci:
- ordinari (coloro che versano la quota di iscrizione annualmente stabilita dall’Assemblea);
- sostenitori (coloro che oltre la quota ordinaria, erogano contribuzioni volontarie straordinarie)
- giovani (in base all’età anagrafica)
- benemeriti (persone nominate tali dall’Assemblea per meriti particolari acquisiti a favore dell’Associazione) ai quali non è richiesto il pagamento della quota d’iscrizione.
4. Non è ammessa la categoria dei soci temporanei. La quota associativa è intrasmissibile.


ART. 4
(Diritti e doveri dei soci)
1. I soci hanno diritto di eleggere gli organi sociali e di essere eletti negli stessi.
2. Essi hanno diritto di essere informati sulle attività dell’associazione e di essere rimborsati per le spese effettivamente sostenute nello svolgimento dell’ l’attività prestata.
3. I soci devono versare nei termini la quota sociale e rispettare il presente statuto e l’eventuale regolamento interno.
4. Gli aderenti svolgeranno la propria attività nell’associazione prevalentemente in modo personale, volontario e gratuito, senza fini di lucro, anche indiretto, in ragione delle disponibilità personali.


ART. 5
(Recesso ed esclusione del socio)
1. Il socio può recedere dall’associazione mediante comunicazione scritta al Consiglio direttivo.
2. Il socio che contravviene ai doveri stabiliti dallo statuto può essere escluso dall’Associazione.
3. L’esclusione è deliberata dall’Assemblea con voto segreto e dopo avere ascoltato le giustificazioni dell’interessato.

ART. 6
(Organi sociali)
1. Gli organi dell’associazione sono:
- Assemblea dei soci;
- Consiglio direttivo;
- Presidente;

2. Tutte le cariche sociali sono assunte e assolte a totale titolo gratuito.


ART. 7
(Assemblea)
1. L’Assemblea è l’organo sovrano dell’associazione ed è composta da tutti i soci.
2. E’ convocata almeno una volta all’anno dal Presidente dell’associazione o da chi ne fa le veci mediante avviso scritto da inviare almeno 10 giorni prima di quello fissato per l’adunanza e contenente l’ordine del giorno dei lavori; tale comunicazione potrà essere fatta anche attraverso via telematica o semplicemente pubblicata sul sito web dell’associazione.
3. L’Assemblea è inoltre convocata a richiesta di almeno un decimo dei soci o quando il Consiglio direttivo lo ritiene necessario.
4. L’Assemblea può essere ordinaria o straordinaria. E’ straordinaria quella convocata per la modifica dello statuto e lo scioglimento dell’associazione. E’ ordinaria in tutti gli altri casi.


ART. 8
(Compiti dell’Assemblea)
L’assemblea deve:
- approvare il rendiconto conto consuntivo e preventivo;
- fissare l’importo della quota sociale annuale;
- determinare le linee generali programmatiche dell’attività dell’associazione;
- approvare l’eventuale regolamento interno;
- deliberare in via definitiva sulle domande di nuove adesioni e sulla esclusione dei soci;
- eleggere il Presidente e il Consiglio Direttivo;
- deliberare su quant’altro demandatole per legge o per statuto, o sottoposto al suo esame dal Consiglio direttivo.


ART. 9
(Validità Assemblee)
1. L’assemblea ordinaria è regolarmente costituita in prima convocazione se è presente la maggioranza degli iscritti aventi diritto di voto; in seconda convocazione, da tenersi anche nello stesso giorno, qualunque sia il numero dei presenti, in proprio o in delega.
2. Non è ammessa più di una delega per ciascun aderente (massimo due). se non è ammessa più di una come fanno ad essere max 2??
3. Le deliberazioni dell’assemblea ordinaria vengono prese a maggioranza dei presenti e rappresentati per delega, sono espresse con voto palese tranne quelle riguardanti le persone e la qualità delle persone (o quando l’Assemblea lo ritenga opportuno).
4. L’assemblea straordinaria approva eventuali modifiche allo statuto con la presenza di 2/3 dei soci e con decisione deliberata a maggioranza dei presenti; scioglie l’associazione e ne devolve il patrimonio col voto favorevole di 3/4 dei soci.


ART. 10
(Verbalizzazione)
1. Le discussioni e le deliberazioni dell’assemblea sono riassunte in un verbale redatto dal Segretario;

2. Ogni socio ha diritto di consultare il verbale (e di averne copia).


ART. 11
(Consiglio direttivo)
1. Il consiglio direttivo è composto da un minimo di cinque membri, eletti dall’assemblea tra i propri componenti.
2. Il consiglio direttivo è validamente costituito quando è presente la maggioranza dei componenti.
3. Il Consiglio direttivo compie tutti gli atti di ordinaria e straordinaria amministrazione non espressamente demandati all’Assemblea; redige e presenta all’assemblea il rapporto annuale sull’attività dell’associazione, il rendiconto consuntivo e preventivo. Può nominare e revocare, se ne ravvisa la necessità, e seguendo le indicazioni eventualmente previste dal regolamento, Commissioni di lavoro che si occupano di aspetti specifici dell’organizzazione e della conduzione delle attività dell’Associazione, amministratori degli spazi informatici dell’Associazione, e componenti di un eventuale Comitato scientifico dell’associazione; cura la gestione di tutti i beni mobili ed immobili di proprietà dell'Associazione o ad essa affidati.
4. Il Consiglio Direttivo si può riunire e può prendere le proprie deliberazioni anche attraverso l’uso di strumenti di comunicazione informatica.
5. Contro le delibere del Consiglio Direttivo è ammesso ricorso all’Assemblea dei Soci.

ART. 12
(Presidente)
1. Il Presidente ha la legale rappresentanza dell’associazione, presiede il Consiglio direttivo e l’assemblea; convoca l’assemblea dei soci e il Consiglio direttivo sia in caso di convocazioni ordinarie che straordinarie.


ART. 13
(Risorse economiche)
1. Le risorse economiche dell’organizzazione sono costituite da:
a) contributi e quote associative;
b) donazioni e lasciti;
c) ogni altro tipo di entrate ammesse ai sensi della L 383/2000.

2. L'associazione ha il divieto di distribuire, anche in modo indiretto, utili e avanzi di gestione nonché fondi, riserve o capitale durante la vita dell'organizzazione, a meno che la destinazione o la distribuzione non siano imposte per legge o siano effettuate a favore di altre organizzazioni


ART. 14
(Rendiconto economico-finanziario)
1. Il rendiconto economico-finanziario dell’associazione è annuale e decorre dal primo gennaio di ogni anno. Il conto consuntivo contiene tutte le entrate e le spese sostenute relative all’anno trascorso. Il conto preventivo contiene le previsioni di spesa e di entrata per l’esercizio annuale successivo.
2. Il rendiconto economico-finanziario è predisposto dal Consiglio direttivo e approvato dall’assemblea generale ordinaria con le maggioranze previste dal presente statuto, depositato presso la sede dell’associazione almeno 20 gg. prima dell’assemblea e può essere consultato da ogni associato.
3. Il conto consuntivo dev’essere approvato entro il 30 aprile dell’anno successivo alla chiusura dell’esercizio sociale.


ART. 15
(Scioglimento e devoluzione del patrimonio)
L’eventuale scioglimento dell’Associazione sarà deciso soltanto dall’assemblea con le modalità di cui all’art. 7 ed in tal caso, il patrimonio, dopo la liquidazione, sarà devoluto a finalità di utilità sociale.


ART. 16
(Disposizioni finali)
Per tutto ciò che non è espressamente previsto dal presente statuto si applicano le disposizioni previste dal Codice civile e dalle leggi vigenti in materia.
Duccio Berzi, Presidente Canislupus Italia.

"Che siete colti ve lo dite da voi. Avete letto tutti gli stessi libri. Non c'è nessuno che vi chieda qualcosa di diverso". D.L.Milani

Avatar utente
Federico
Webmaster
Messaggi: 5655
Iscritto il: 04 set 2008, 01:14
Località: Prato
Re: Statuto

Messaggio da Federico » 13 feb 2012, 15:22

Scusami Duccio, il nome s'era detto che era Canislupus Italia.

viewtopic.php?f=126&t=3440&start=30#p31573
Federico
Il lupo non è né buono né cattivo, ma è lì, splendido come la natura selvaggia, e vuole restare libero.

Avatar utente
Federico
Webmaster
Messaggi: 5655
Iscritto il: 04 set 2008, 01:14
Località: Prato
Re: Statuto

Messaggio da Federico » 13 feb 2012, 15:49

In rosso alcune mie correzioni e commenti.
Federico
Il lupo non è né buono né cattivo, ma è lì, splendido come la natura selvaggia, e vuole restare libero.

Avatar utente
Duccio
Presidente Canislupus Italia
Messaggi: 6227
Iscritto il: 24 ago 2008, 14:52
Re: Statuto

Messaggio da Duccio » 13 feb 2012, 16:17

ottimo fede, c'erano dei refusi
Duccio Berzi, Presidente Canislupus Italia.

"Che siete colti ve lo dite da voi. Avete letto tutti gli stessi libri. Non c'è nessuno che vi chieda qualcosa di diverso". D.L.Milani

Avatar utente
vigorius
Consigliere Canislupus Italia
Messaggi: 1549
Iscritto il: 09 giu 2009, 22:08
Località: Prato
Re: Statuto

Messaggio da vigorius » 13 feb 2012, 22:45

per è OK!
Saverio Gori, Consigliere Canislupus Italia.

"Chi più alto sale, più lontano vede; chi più lontano vede, più a lungo sogna" Walter Bonatti

Avatar utente
DanieleC
Utente Master
Messaggi: 4247
Iscritto il: 23 set 2008, 01:53
Località: Val di Cornia (LI)
Contatta:
Re: Statuto

Messaggio da DanieleC » 13 feb 2012, 22:48

idem...!OK
Ascoltateli. I figli della notte... quale dolce musica emettono. (Dracula di Bram Stoker)
Natura e fotografia naturalistica.
Alta Maremma Camera Trapping

Avatar utente
hycanus
Utente Master
Messaggi: 7055
Iscritto il: 23 set 2008, 01:55
Re: Statuto

Messaggio da hycanus » 13 feb 2012, 22:56

ok anche per me (ho apportato una variazione relativa al nome di colore blu)
Sento questa mia vita che sfugge, ma che non sfugge, perché è parte della stessa vita di quegli alberi. Una cosa bellissima, il disfarsi nella vita del cosmo ed essere parte di tutto. (Tiziano Terzani)

Avatar utente
Federico
Webmaster
Messaggi: 5655
Iscritto il: 04 set 2008, 01:14
Località: Prato
Re: Statuto

Messaggio da Federico » 13 feb 2012, 23:31

hycanus ha scritto:ok anche per me (ho apportato una variazione relativa al nome di colore blu)
E le m'era scappato!
Federico
Il lupo non è né buono né cattivo, ma è lì, splendido come la natura selvaggia, e vuole restare libero.

Avatar utente
Federico
Webmaster
Messaggi: 5655
Iscritto il: 04 set 2008, 01:14
Località: Prato
Re: Statuto

Messaggio da Federico » 13 feb 2012, 23:32

Dimenticavo, ok anche per me.
Federico
Il lupo non è né buono né cattivo, ma è lì, splendido come la natura selvaggia, e vuole restare libero.

Avatar utente
giovannimln
Utente Attivo
Messaggi: 149
Iscritto il: 18 set 2010, 20:38
Re: Statuto

Messaggio da giovannimln » 14 feb 2012, 19:23

Ok anche per me.
giovanni mln


Rispondi

Torna a “Canislupus Italia”